Inter, dopo il mercato si punterà al rinnovo di A. Bastoni

0
Bastoni incontra Mattarella dopo la vittoria ad Euro 2020, fonte: wikipedia

È sempre più evidente che uno dei problemi di molte squadre di Serie A e non solo sono certamente i rinnovi. Il Milan con Leao ( e negli anni precedenti Calhanoglu, Donnarumma e Kessiè), la Lazio con Milinkovic, la Roma con Smalling e Mkhitaryan, ed infine l’Inter è alle prese con circa 7 rinnovi. Quello più in bilico ad oggi è certamente quello di Skriniar: la dirigenza neroazzurra rischia di perderlo a zero, dopo aver rifiutato un’offerta di circa 50/60 milioni di euro in estate.

Per questo motivo l’Inter vuole evitare discorsi simili in futuro con altri giocatori fondamentali. Uno di questi potrebbe essere un altro difensore, molto giovane e molto appetibile per le top squadre europee: Alessandro Bastoni.

Marotta e D’Ausilio erano corsi già ai ripari due anni fa, rinnovando il suo contratto fino al 2024. Ora però, siamo già al 2023 e se non ci dovessero essere novità, il classe 99′andrà anche lui in scadenza tra un anno, e si potrebbero rischiare un caso Skriniar-bis. Per questo motivo l’Inter sta preparando le trattative per il rinnovo, che dovrebbero cominciare dopo la fine del mercato invernale.

A confermare tale intenzione è l’edizione cartacea odierna del quotidiano torinese Tuttosport, via FCInterNews. Nel frattempo alcuni contatti con Tullio Tinti, l’agente del giocatore. A proposito di ciò, Bastoni ha parlato di questo e altro al termine della Supercoppa Italiana contro i rossoneri, vinta appunto dall’Inter per 3-0:

“Rinnovo con l’Inter? Manca un anno e mezzo. Ci sono altri rinnovi che vengono prima del mio e che hanno la priorità. Io sono tranquillo, perché qua sto bene. Quando sarà il mio turno, ci sederemo e valuteremo il da farsi”. Poche parole, ma chiare: Bastoni sta bene all’Inter e a un anno e mezzo dalla scadenza non è ancora il momento di pensarci, anche se l’Inter ha fretta. Sembra che i piani nerazzurri prevedono per lui un accordo fino al 2027 e nuova base di 4,5 milioni netti, diventando uno dei giocatori più pagati, poco sotto i top della rosa.