Inter, Dumfries è scomparso: che succede?

0
Matteo Darmian, fonte Wikimedia Commons
Matteo Darmian, fonte Wikimedia Commons

Continua la stagione altalenante dell’Inter. Dopo la vittoria per 3-0 nella Supercoppa, l’Inter cade in casa per 1-0 contro l’Empoli. Oltre alla brutta prestazione, risuona l’espulsione di Skriniar, le dichiarazioni del suo agente sul suo addio, ed infine l’ennessima esclusione di Denzel Dumfries. L’olandese è stato relegato tutti i 90′ minuti in panchina; il suo posto è stato preso dal Mattia Darmian e poi da Raoul Bellanova.

A sollevare la questione è stata anche La Gazzetta dello Sport, scrivendo che un’eventuale entrata in campo dell’olandese, avrebbe dato qualcosa in più dell’inesperto Bellanova, più volte beccato dal pubblico di fede interista.

Inoltre ricordiamo che l’esterno ex-Psv è al centro delle voci di mercato da giugno 2022, visto che c’è sempre il Chelsea interessato al calciatore. Il rischio però, è che queste continue esclusioni possano far deprezzare il giocatore, così che i 50 milioni di euro richiesti dall’Inter diventerebbe una cifra irreale.

Il mister neroazzurro Inzaghi ha commentato così, nel post-partita contro l’Empoli, l’esclusione di Dumfries: “Sta lavorando per mettersi alla pari, questi ultimi giorni ha lavorato bene, però ho inserito Bellanova, è un altro ragazzo giovane che si sta allenando bene. Le volte che l’ho fatto entrare ha sempre dato buoni risultati, ora è andato un po’ in difficoltà. Dumfries da sabato sarà pienamente a disposizione, riporta Tmw.

Vedremo se settimana prossima le cose cambieranno, premesso che Darmian, fino ad ora, non sta facendo rimpiangere Dumfries. L’olandes però, doveva essere l’erede di Hakimi, e come lo scorso anno, dopo una partenza col botto, fu relegato in panchina per poi riconquistarsi il posto da titolare per tutta la second parte del campionato.