Inter, è la settimana di Lukaku: si lavora per averlo già in ritiro

0
lukaku
Romelu Lukaku con la maglia della nazionale belga. Fonte Wikipedia

Si lavora febbrilmente in casa Inter per portare a termine il colpo più importante dell’intera campagna acquisti 2019. Romelu Lukaku è l’uomo che Conte ha indicato come unico, fondamentale elemento da portare al più presto a Milano e in sede si farà di tutto per accontentare il neo coach.

Il tutto è condito da curiosi coicidenze. Sia l’Inter che il Manchester United inizieranno ufficialmente la loro prossima stagione l’8 luglio prossimo. I nerazzurri sono attesi a Lugano per la prima fase della preparazione pre-campionato mentre i “Reds” in quella data voleranno in Australia per il loro ritiro ad alto ritorno economico.

Sia l’Inter che Lukaku sperano, quindi,  di chiudere la trattativa ben prima di quella data e regalare a Conte il centravanti che desidera. Nonostante la voglia di concludere quanto prima l’affare, il team di Solskjaer e soci continua a pretendere la cifra monstre di 70 milioni di euro.

L’Inter da giorni ormai pare non volersi muovere da una soluzione che prevede un prestito biennale oneroso da 10 milioni più un obbligo di riscatto fissato a 60. Tuttavia è notizia di poche ore fa che da Manchester la proposta sia stata rifiutata e rispedita al mittente.

In questi giorni Marotta e Ausilio proveranno il tutto per tutto per arrivare ad un accordo che soddisfi il club inglese. E’ già in agenda un viaggio proprio nella città britannica per un faccia a faccia in cui provare a ricucire lo strappo dovuto al rifiuto della prima offerta. La settimana più calda dell’inter è appena cominciata.