Inter, ennesima delusione di Eriksen nel derby: futuro lontano da Milano

0
Christian Eriksen, Foto Wikipedia
Christian Eriksen, Foto Wikipedia

L’avventura di Christian Eriksen con la maglia dell’Inter è destinata a non decollare mai. Tra la scarsa considerazione che Antonio Conte ha di lui nello scacchiere tattico nerazzurro e le deludenti prestazioni del danese, lo scenario più probabile è un divorzio anticipato, magari anche a gennaio, esattamente un anno dopo il suo arrivo a Milano.

Ieri sera, nel derby, Antonio Conte l’ha schierato al 65esimo minuto, ben prima del solito, ma la sua prestazione è stata, come quasi spesso accade, impalpabile e insufficiente. L’atteggiamento dimostrato dall’ex Tottenham è stato quello di un giocatore rinunciatario che non è entrato in campo per mangiare l’erba: risultato, pochi retropassaggi improduttivi e mai pericoloso nella metà campo del Milan.

L’allenatore dell’Inter sembra essere davvero su tutte le furie per come il danese ha interpretato la partita di ieri. Dopo le sue parole in nazionale dichiarando di voler giocare di più, Conte si aspettava un Eriksen diverso ma, invece, si è ritrovato lo stesso giocatore superficiale di prima, se non peggio.

Durante il passato mercato non c’è stata l’opportunità né la possibilità di cederlo all’estero perché nessuno si è interessato né ha proposto offerte congrue al suo valore, ma, con questi presupposti, sarà inevitabile cercare una nuova squadra per lui.

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna di SportMediaset, una delle squadre più interessate a Eriksen sarebbe proprio il PSG che starebbe seguendo da tempo le sue orme visto che i francesi già erano interessati a lui dai tempi del Tottenham.