Inter furiosa, il Milan all’assalto del difensore Kabak: Maldini pronto allo sgambetto a Marotta

0
Kabak
Ozan kabak, difensore dello Schalke 04. fonte Wikimedia Commons

Il Milan si butta a capofitto sul difensore dello Schalke 04, Ozan Kabak, obiettivo dei cugini dell’Inter per sostituire il partente Skriniar. I rossoneri preparano lo sgambetto in un derby che si è spostato dall’erba di San Siro alle caldissime piste di calciomercato di inizio autunno. Il tempo stringe e la data del cinque ottobre rischia di trovare entrambe le squadre impreparate ad affrontare la stagione con i reparti al completo.

L’Inter sembrava avvantaggiata alla corsa del centrale difensivo turco fino a poche ore fa quando un blitz del ds Maldini ha rimescolato le carte in tavola, rilanciando le ambizioni milaniste sul giocatore che potrebbe addirittura firmare per il Diavolo nelle prossime ore.

Lo Schalke è pronto a sedersi al tavolo delle trattative e intimamente spera che il duello tra le due milanesi possa innalzare i guadagni per la cessione del difensore classe 2000. La sensazione è che il club che riuscirà a proporre le condizioni migliori (leggasi acquisto a titolo definitivo) potrà contare sulle prestazioni del talento di Gelsenkirchen. La valutazione di venti milioni potrebbe raffreddare i bollenti spiriti delle due contendenti ma con le giuste operazioni in uscita il sogno può tramutarsi in realtà.

A giovare di questa condizione è soprattutto l’Inter che potrebbe ricevere l’assist vincente dal Tottenham, sempre più vicino all’acquisto di Milan Skriniar. Il difensore slovacco è pronto a rilanciarsi dopo una stagione altalenante tra le fila del team di Mourinho e i londinesi sono pronti a versare per lui nelle casse nerazzurre quasi 50 milioni di euro. L’Inter è compiaciuta ma si aspetta uno sforzo ulteriore dagli Spurs per definitivamente dire sì all’accordo e concludere a quota sessanta.

La cifra basterebbe a presentarsi davanti allo Schalke con l’offerta giusta ed evitare il tentativo di sgambetto che il Milan ha intenzione di effettuare a pochi metri dal traguardo. Qualora non si arrivasse alla fumata bianca le cose si farebbero davvero dure per l’Inter. L’altro obiettivo per la difesa, il viola Milenkovic, è ostacolato dalle richieste esorbitanti di Commisso e all’orizzonte non sembra esserci un “piano B” per colmare le lacune che al momento si registrano nello schieramento di Conte.