Inter, Godin fa crack! L’uruguayano è out, Bastoni titolare

0
Diego Godin, fonte By Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=64365298
Diego Godin, fonte By Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=64365298

Risentimento muscolare e partenza per Firenze annullata per Diego Godin. Il forte difensore uruguayano è costretto a dare forfait e non scenderà in campo nella delicata sfida contro i “Viola” di Montella. Conte perde un altro titolare per l’ennesimo guaio muscolare della staagione e verosimilmente lancerà dal primo l’ex atalantino Bastoni.

Il modulo non è in discussione.  Il tecnico leccese non si è mai dimostrato troppo elastico nel momento di dover scegliere se schierare gli uomini contati oppure cambiare sistema di gioco. Sarà ancora 3-5-2 e a cambiare saranno soltanto gli interpreti e pazienza se la panchina si affollerà di ragazzi proveniente dalla “primavera“.

Come detto l’assenza di Godin questa sera contro la Fiorentina rivoluzionerà la difesa. La retroguardia  sarà composta dai titolarissimi Skriniar e De Vrij a cui si affiancherà il ventenne Bastoni. Conte continua, infatti, a preferire il giovane di Casalmaggiore al veterano Ranocchia che siederà, come ormai succede da diverso tempo, in panchina. Ma i dilemmi sulla formazione da schierare non finiscono quì. Anche a centrocampo Conte dovrà fare i conti con diversi grattacapi.

Le assenze contemporanee di Sensi, Barella, Gagliardini e un Asamoah ancora non al top costringono l’ex bandiera bianconera a scelte d’emergenza. Come se non bastasse è notizia dell’ultim’ora che non sarà del match neppure il romano Candreva. Il dolore lombare non è stato del tutto riassorbito e sicuramente non partirà con i compagni per la trasferta toscana.

La linea mediana sarà quindi composta da D’Ambrosio e Biraghi larghi sulle fasce e il trio superstite dei centrali composto da Brozovic, Vecino e Borja Valero. Uniche alternative in mediana saranno Valentino Lazaro e Lucien Agoumè, poi toccherà ai primavera. In attacco, nonostante l’assenza di Sanchez, saranno ancora Lukaku e Lautaro Martinez a dare l’assalto alla porta difesa da Dragowski. Politano ed Esposito saranno chiamati in causa solo in casi di rarissima urgenza.