martedì, Luglio 16, 2024
HomeSportCalcioInter-Icardi, sarà divorzio entro il 30 giugno. Wanda è stata già contattata

Inter-Icardi, sarà divorzio entro il 30 giugno. Wanda è stata già contattata

Alla fine sarà divorzio. E con una data assai precisa. Il 30 giugno, ultimo giorno della stagione 2018/2019, Icardi sarà solamente un ricordo nella testa e nei cuori di chi vive la maglia nerazzurra come una seconda pelle. Arrivato dalla Sampdoria appena diciannovenne, lascia l’Inter da giocatore ormai maturo ma con la, non troppo esaltante, nomea di “spacca-spogliatoio“. Per questo Marotta e Zhang hanno già fissato un incontro con Wanda Nara, moglie e agente di Icardi, per coordinare l’uscita del bomber di Rosario.

La sua partenza, come al solito, ha già diviso l’opinione pubblica. Alcuni la reputano una liberazione da un giogo che ha tenuto in ostaggio l’intera squadra fin troppo a lungo. Altri, invece, vedono in lui un terminale offensivo difficilmente replicabile nel panorama sportivo odierno. Rimpiazzarlo sarà impresa ardua.

Eppure le ragioni del divorzio sono più che condivisibili, almeno per chi la pensa come Conte e soci. L’allenatore leccese ha in mente una radicale trasformazione dell’ambiente interista. Assolutamente vietato ogni colpo di testa, cieca obbedienza ai dettami del suo condottiero, lavoro duro e pochi svaghi, rapporto con i social centellinati al minimo del possibile. Insomma, tutto ciò su cui Icardi e signora hanno costruito la loro ribellione verso  società e compagni di squadra.

Un’altra ragione dell’addio, anche se un po’ meno romantica della precedente, è quella di natura finanziaria. Entro il 30 giugno, infatti, l’Inter dovrà trovare 40 milioni di euro per appianare il debito con l’UEFA legato al “Fair Play Finanziario“. La necessità di reperire velocemente questi fondi graverà sulla situazione già traballante di Icardi nonostante un contratto fino al 2021.

Un contratto che reca marchiata a fuoco una clausola rescissoria da 110 milioni di euro valida entro i primi 15 giorni di luglio. Di sicuro la dirigenza non ci penserà sù troppo a lungo, liberando il giocatore per 65-70 milioni di euro. Il giocatore sembra avere molti estimatori in quella Spagna che ha lasciato appena giovinetto dopo aver capito che le sue chance di esordio nel Barça erano pressochè nulle. L’Atletico, dopo l’addio a Griezman, potrebbe essere nel suo futuro. In Italia, solo la Juventus potrebbe accontentare le pretese di giocatore e nerazzurri. La partita è ancora apertissima, ma il fischio finale ora ha un tempo ben definito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME