Inter, il gelo tra Conte e dirigenza blocca il mercato: ne arriverà solo uno!

0
Castrovilli
Beppe Marotta e Antonio Conte, a.d e allenatore dell'Inter. Fonte Youtube

E’ davvero un “Conte-gate” quello che sta andando in scena ormai da diverse settimane in quel di Appiano. Il salentino continua a lamentare delle mancanze a livello tecnico nella sua formazione e peggio, se la prende con la dirigenza per avergli fatto promesse che poi non ha mantenuto. Il senso delle sue amare esternazioni al termine del match perso malamente contro il Dortmund sta tutto quì.

Hai voluto la bicicletta?…

MAROTTA DETTA LA LINEA – La reazione della società non si è fatta attendere e dopo i musi lunghi e le facce scure all’uscita del Westfalenstadion a Conte è stato recapitato il seguente messaggio: “scordati qualunque nuovo arrivo!“. Una punizione in piena regola. Un chiaro messaggio e un invito a ritornare in riga e smetterla di rimproverare la proprietà in mondovisione.

IL FIGLIUOL PRODIGO – Effettivamente il discorsetto deve aver fatto colpo sul tecnico e gli effetti sono diventati subito visibili dalla nuova apertura della dirigenza alle problematiche di mercato. Non si sarà trattato di un “ritorno a Canossa“, in tutta onestà non ce lo vediamo proprio uno sanguigno come Conte chiedere perdono ai suoi interlocutori. Tuttavia un chiarimento pare proprio che ci debba essere stato perchè ora sembra che la società stia di nuovo pensando ad un modo per portare a Milano volti nuovi già a gennaio.

LE MOSSE FUTURE – Non sarà la mezza rivoluzione auspicata dallo staff tecnico ma un piccolo gesto distensivo per alleggerire un clima fattosi pesante nell’arco di appena un mese. Sarà soltanto uno il giocatore che si aggregherà ai nerazzurri nei primi giorni dell’anno nuovo. Archiviata ogni pretesa sul centrocampo (difficile arrivare a Vidal, Rakitic o la stellina macedone Kulusevski) si baderà a rimpolpare il reparto offensivo. I cast sono aperti e a parteciparvi saranno in quattro. All’estero fa gola il bomber transalpino Oliver Giroud, finito ai margini del Chelsea. In Italia sono sotto la lente di ingrandimento i profili di De Paul, Kouamè e Petagna. Uno solo vedrà i cancelli di Appiano aprirsi al suo arrivo.