Inter, il ritiro è silenzioso: col suo mutismo Conte spinge Icardi alla Juve

0
Conte
Antonio Conte, neo coach dell'Inter e grande ex della gara. Fonte Flickr

Il ritiro svizzero dell’Inter è ormai al suo terzo giorno e l’atteggiamento di Conte verso i due epurati Icardi e Nainggolan continua a rimanere freddo e distaccato. Il tecnico leccese sèguita a guidare gli allenamenti addirittura impassibile all’entusiasmo dei tanti tifosi che invece chiede il reintegro in rosa dei giocatori.

La linea della società è però quella di sbarazzarsi in ogni modo della punta e del compagno centrocampista. La sentenza è già stata ampiamente emanata: fuori dal progetto. Il club ritiene i due inadatti tatticamente e addirittura lesivi per l’ambiente dello spogliatoio. Conte proseguirà così a dirigere allenamenti senza proferire parola, lasciando ai suoi giocatori il compito di trovare da sé le motivazioni per esercitarsi. Addirittura a volte escludendoli dalle sessioni tattiche. 

Per ora sia Icardi che Nainggolan appaiono sereni e professionalmente continuano a partecipare agli allenamenti con concentrazione assoluta. Sanno che quello è l’unico modo per affrontare un presente in cui hanno tutto da perdere. Tuttavia i loro rispettivi agenti sono alla ricerca di una soluzione che li faccia uscire da questo fastidioso ampasse.

Soprattutto la spumeggiante moglie-manager dell’argentino, Wanda Nara, è da tempo al lavoro per organizzare il passaggio di Icardi alla corte di Sarri. In questi giorni si sono di molto intensificati i rapporti con il presidente bianconero Andrea Agnelli, che pare voler trattare in prima persona il goleador di Rosario. Sembra infatti che dall’addio di settembre scorso il rapporto tra Marotta e Paratici sia ancora fortemente incrinato.

Per il “Ninja“, invece, le voci continuano ad essere quelle di un sempre più probabile trasferimento in Cina, sempre sotto l’egida delle imprese Suning. Il belga con radici thailandesi potrebbe passare al Jiangsu Suning e lì raggiungere l’altro ex interista Eder nella Superliga cinese.