Inter, Insigne è l’uomo del rilancio. Col nuovo corso più italiani in rosa

0
Lorenzo Insigne fonte foto: Di Photo by Clément Bucco-LechatCropped by Danyele - Original photo, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=57130305
Barça - Napoli - 20140806 -

Sarà un’Inter più italiana quella che vogliono modellare Marotta e Co. per la prossima stagione. L’esempio vincente della Juventus degli ultimi anni è eloquente. Difficilmente la squadra di Conte prima e Allegri poi avrebbe ottenuto tutti quei trionfi senza l’apporto di una solida base di giocatori italiani di livello. Il primo clamoroso nome su cui punta la nuova Inter è quello di Lorenzo Insigne.

Storicamente l’Inter ha sempre accolto calciatori dalle più disparate realtà mondiali, riscontrando a volte serie difficoltà nel gestire uomini dalla cultura calcistica così diversa. Nel corso delle stagioni, questo si è sempre tramutato in prestazioni altalenanti che a volte sono costate tanti rimpianti e sogni infranti al fotofinish.

Il nuovo corso interista, con a capo il Dt Marotta, è sicuro di porre un freno a questo andamento così tumultuoso introducendo nello spogliatoio un gruppo di giocatori italiani che possano fare da cuscinetto tre le diverse fazioni. L’obiettivo è portare ad Appiano giocatori italiani di caratura internazionale e pare che gli uomini di mercato nerazzurri abbiano già chiesto informazioni al vulcanico De Laurentiis per il folletto partenopeo.

Lorenzo Insigne, raggiunto dai microfoni del Corriere dello Sport non sembra infastidito dalle voci di mercato anzi,dichiara apertamente :”Se un giorno potrei giocare per un’altra squadra? In questa fase non ci penso … ma ho 28 anni, è possibile che arrivi un’offerta irrinunciabile. Può succedere“.

In realtà anche l‘Atletico del Cholo Simeone sembra molto attivo sul giocatore e la corsa a due potrebbe portare ad un’asta imprevista. Inoltre per il patron De Laurentiis la quotazione del giocatore sarebbe vicina ai 100 milioni di euro, ben lontana dai 55-60 che intende offrire l’Inter. La trattativa comunque potrebbe aprire nuovi, interessanti scenari se nell’offerta fossero inseriti maggiori bonus e qualche contropartita tecnica che susciti interesse nello staff partenopeo.