Inter, L’Atletico Madrid pensa a Brozovic

0

Diego Pablo Simeone pensa sempre alla sua vecchia Inter, e in particolare a un suo giocatore: Marcelo Brozovic. Secondo le ultime indiscrezioni riportate da alcuni siti di calciomercato e da Il Sussidiario.net, Piero Ausilio, il direttore sportivo dell’Inter, si è incontrato con l’amministratore delegato dell’Atletico Manuel Angel Gil, che vorrebbe realizzare il desiderio del suo attuale tecnico che vede nel croato l’uomo giusto per dettare le giuste geometrie in mezzo al campo. L’operazione dovrebbe andare a buon fine, anche se non ha il consenso di Roberto Mancini, che giudica Brozovic una pedina fondamentale per il suo gioco che specialmente nella parte finale del campionato era iniziato a riemergere. Esaminando il centrocampo dell’Inter c’è da notare che il croato è l’unico regista della squadra (se si vuole escludere il primavera Gnoukouri), e per questa ragione il sacrificio potrebbe essere veramente molto sentito, anche se inevitabile visto il cospicuo apporto economico che Gil sarebbe pronto a versare a Thohir, che come ben si sa è a caccia di liquidità ed è quindi costretto a vendere alcune delle sue perle.

IDEA DZEKO- Roberto Mancini non ha ben gradito la trattativa che porterebbe Brozovic all’Atletico Madrid, vista anche l’imminente partenza di Handanovic, vicinissimo al PSG, che indebolirà notevolmente una squadra che perderebbe una delle maggiori pedine difensive della stagione. Una nota positiva per il tecnico di Jesi però ci sarebbe, ed è rappresentata da Dzeko, suo pupillo ai tempi del Manchester City con il quale ha vinto la Premier, e in rotta con la Roma, che sembra volerlo scaricare. L’affare Dzeko si farà in virtù di un altra illustre cessione, quella di Icardi, centravanti molto amato dal popolo nerazzurro ma che non ha mai legato con Mancini che gli preferirebbe per l’appunto l’ex centravanti bosniaco del Manchester, calciatore che con l’attuale tecnico interista ha fatto faville in premier e che rimane, nonostante il brutto anno con la Roma, uno dei centravanti più forti in circolazione, vera e propria bandiera nazionale in Bosnia.