Inter, lo United non prolungherà il prestito di Sanchez: pronta la replica nerazzurra

0
Alexis Sanchez, fonte Flickr
Alexis Sanchez, fonte Flickr

Il Manchester United, detentore del cartellino di Alexis Sanchez, lo ha detto chiaro e tondo: per il cileno non ci sarà alcun prolungamento del prestito all’Inter. Messaggio recepito dalla dirigenza nerazzurra direttamente dalle parole dei manager inglesi durante un summit andato in scena giovedì scorso. Per continuare a vedere il Niño Maravilla a San Siro bisognerà pensare al riscatto. Non ci saranno altre alternative per Marotta e soci.

E’ stato solo un attimo, poi la posizione dello United sullo stato del proprio giocatore è tornata a farsi di ghiaccio. Nei mesi scorsi, complice anche il poco utilizzo del fantasista ex Udinese, si era palesata la possibilità di un prestito allungato anche alla prossima stagione. Poi però il lockdown ha restituito un giocatore notevolmente migliorato e calato nel ruolo confezionatogli da Conte, tanto che avrebbe addirittura sorpassato nelle gerarchie anche il titolarissimo Lautaro Martinez.

Miracoli del lockdown che ha stravolto violentemente il volto della Serie A e che ha portato nuove certezze a chi sembrava già avviato sulla via del dimenticatoio. Lo stesso Solskjaer fatica a riconoscere il suo giocatore e impone sul suo futuro la unica soluzione della cessione a titolo definitivo.

Una scelta che mette l’Inter con le spalle al muro e che costringerà, da qui in avanti, a difficili riflessioni. Sanchez sta dimostrando una brillantezza degna del suo talento e privarsene sarebbe davvero un peccato mortale. Bisognerà dunque percorrere la strada che porta all’acquisto passando sotto il giogo dei quasi 20 milioni di euro richiesti dai Red Devils. Una cifra non indifferente e che porterà via fondi utili per altre operazioni di mercato.

Eppure, in Viale della Liberazione vige un certo ottimismo su tutta la faccenda. Venti milioni sono tanti ma Marotta ha già pronta la sua controproposta che potrebbe ridurre, se non proprio abbattere, la valutazione dello United. L’idea è quella di proporre uno scambio alla pari con il rientrante Perisic. Il Bayern Monaco ha già fatto sapere che non riscatterà il croato che quindi dal prossimo agosto riprenderà mestamente la via di Milano. L’idea stuzzica il club di Premier, vicino già in passato all’ala sinistra. Qualora l’affare non andasse in porto, sarà comunque la cessione del vice campione del mondo a Everton o Tottenham a finanziare la permanenza in nerazzurro di Sanchez.