Inter, Marotta lavora per il ritorno di Lukaku: l’operazione è da completare entro il 30 giugno

Ci sarà da lavorare sulla formula complessiva dell'operazione, per ora il Chelsea non sembra aperto ad un prestito secco

0
Lukaku

L’Inter è più attiva che mai sul fronte mercato. Una delle situazioni più calde è quella che riguarda Romelu Lukaku , che ha fretta di tornare al club nerazzurro. L’operazione è da completare entro il 30 giugno, data limite per usufruire del Decreto Crescita.

Il giocatore ha lasciato il ritiro del Belgio per l’infortunio alla caviglia e non parteciperà alla trasferta in Polonia. Tuttavia, più che i prossimi match, il suo vero obiettivo resta convincere il Chelsea a lasciarlo partire in direzione Milano.

Ecco quanto riferisce il Corriere dello Sport, che afferma che Lukaku sia pronto ad andare a Londra per incontrare il Chelsea e ottenere il via libera:
I precedenti sono più o meno tutti dalla sua parte: si quello di un anno fa, quando voleva a tutti i costi Blues, sia quello del 2019, quando ottenne di trasferirsi dal Manchester United all’Inter“.
“L’Inter farà leva sul fatto che i Blues risparmieranno il pesantissimo ingaggio di Big Rom, che al lordo, bonus compresi, comporta un costo di 28-29 milioni. Piuttosto, ci sarà da lavorare anche sulla formula complessiva dell’operazione. Fermo restando il prestito annuale, l’idea è di impostare comunque un’operazione più articolata. In sostanza, verrebbero presi accordi preventivi per rinnovare il prestito per un’altra stagione una volta esaurito il primo, quindi nell’estate 2023. Nel 2024, invece, avverrebbe il riscatto del cartellino da parte del club interista”.