Inter, Marotta non si lascerà intimorire da Icardi per dare inizio al mercato

L'a.d. interista non si farà trascinare in una diatriba giudicata inutile e infruttuosa. Il mercato dell'Inter, tutto in uscita, sta prendendo forma e rispetterà le tabelle di marcia

0
Castrovilli
Beppe Marotta e Antonio Conte, a.d e allenatore dell'Inter. Fonte Youtube

In casa Inter c’è solo un motto che risuona come un mantra nei piani alti della nuova sede nerazzurra: “vietato perdere tempo!”.
Marotta e tutti i suoi uomini di mercato hanno i giorni contati per dare a Conte la squadra competitiva che ha richiesto, prima che scatti il ritiro a Lugano. Tuttavia la situazione legata, ancora una volta, all’affaireIcardi rischia di rallentare bruscamente le trattative. Addirittura si ipotizza che l’ex capitano nerazzurro potrebbe portare davanti ad un arbitrato le più alte cariche del club meneghino.

L’argentino è deciso a dare battaglia all’Inter, in un braccio di ferro che sta diventando la più grossa crisi mai affrontata dal caso “spionaggio” dell’era Moratti. Il goleador, promesso sposo alla Juventus, dalla sua vacanza in famiglia, promette azioni legali se non sarà lasciato libero di andare. L’Inter, ovviamente, dovrà fare in modo di difendersi dalle accuse di mobbing per non perderlo a parametro zero.

Eppure oggi si torna a parlare di calciomercato. Marotta proverà a ignorare Icardi e si dedicherà a ciò che meglio gli riesce: piazzare giocatori in esubero per acquistarne di altri. In particolare, sono ben tre i nomi sull’agenda dell’A.D. che rischiano di rimanere fuori dalla rosa di Conte.

Il primo è quello del “Ninja” Radja Nainggolan. Il “tuttocampista”, arrivato dalla Roma nemmeno 12 mesi fa, sembra già essere ai margini del progetto e prossimo all’addio. La sua situazione è tutt’altro che agevole. Attorno al giocatore non c’è grande fermento e piazzarlo richiederà un enorme lavoro di convincimento.

Dietro al mediano belga, arrivano in rapida successione il baby attaccante Pinamonti e il vice campione del mondo, il croato Ivan Perisic. Per il giovane prodotto della Primavera si sono registrati diversi sondaggi del Benfica di coach Lage. Con i lusitani si sta lavorando ad un acquisto definitivo ma con una clausola di “recompra” alla spagnola. Per Perisic, invece, continuano a suonare forte le sirene inglesi del Manchester Utd e Tottenham. Attraverso il suo sacrificio si comincerà a finanziare la vera campagna acquisti per la prossima stagione.