Inter, Mauro Icardi fatica a trovare il gol. È tutta colpa sua?

0

Mauro Icardi continua a faticare in fase realizzata, un’astinenza che va avanti ormai da troppo tempo: appena 3 reti per il centravanti nerazzurro in questa stagione nelle prime 12 giornate di campionato, di cui 10 giocate. A segno solo contro il Chievo il 20 settembre, contro la Fiorentina il 27 dello stesso mese e contro il Bologna il 27 ottobre, sempre a secco nelle altre gare in cui ha avuto modo di giocare.
Un bottino davvero troppo scarso per chi l’anno scorso ha messo tutti sotto, compresi nomi del calibro di Carlos Tevez e Gonzalo Higuain, al pari soltanto di Luca Toni, nella classifica marcatori, facendo registrare ben 22 reti in 36 presenze.

Ma è davvero tutta colpa sua quest’anno?
L’attaccante pare essere preda di una grave crisi che lo porta puntualmente a mancare l’appuntamento con il gol, ma il problema può essere esteso all’intero reparto offensivo dell’Inter e, ancor più in generale, all’intera squadra: soltanto 12 i gol fatti nelle prime 12 giornate di campionato, mentre sono 7 quelli subiti. Una media di una realizzazione ogni 90 minuti e di un gol incassato ogni 154 minuti. Una differenza davvero povera, soprattutto considerando la classifica: l’Inter è in vetta al pari della Fiorentina, la quale però ha realizzato ben il doppio delle reti, ora a quota 24, ed è seguita da Roma e Napoli, le quali hanno fatto registrare rispettivamente 27 e 22 realizzazioni in attivo.
Difficile analizzare a questo punto le colpe da imputare a Mauro Icardi, le cui reti restano comunque un quarto del totale della squadra, la quale però pare non appoggiarlo. L’Inter di quest’anno è una formazione che vive di episodi, di giocate dei singoli, tutte caratteristiche che non sono di certo a vantaggio di uno come Icardi, che la porta la vede solo se servito e supportato, inferiore tecnicamente nelle iniziative personali agli altri compagni di reparto, ad esempio Jovetic.
Mancini dichiara ancora di puntare fortemente su di lui per questa stagione, ma le prospettive non sono proprio delle migliori ed il futuro di Icardi per l’annata 2015/2016, alla luce delle analisi rilevate, pare non essere proprio roseo. Sarà in grado quest’Inter di trovare la sua veste definitiva, smettendola quindi di cambiar pelle ad ogni gara, in modo da trovare una stabilità da mettere gente del calibro di Mauro Icardi, uno che il fiuto del gol lo ha innato, di sbloccarsi? La parola ancora una volta al campo.