INTER-NAPOLI: 0-1 MARIKA FRUSCIO DIXIT

0
Se in questo big match l’Inter sperava di uscire dalla crisi e dare delle risposte al proprio pubblico ed a Zhang …beh ha scelto la serata sbagliata e soprattutto la squadra meno indicata.
L’Inter conferma il periodo nero (solo due punti nelle ultime sei partite) mentre Sarri e i suoi danno lezioni di calcio a S.Siro. Il Napoli entra in campo subito deciso ad imporre il suo gioco che risulta, sin  dai primi minuti, efficace e asfissiante per i nero-azzurri. L’ottima organizzazione, la tecnica sopraffina e le giocate di prima nello stretto mettono subito in difficoltà i padroni di casa che sono succubi della ragnatela offensiva azzurra.
Avanti Mertens Callejon e soprattutto Insigne riescono a destabilizzare costantemente la retroguardia milanese. Mertens si intende alla perfezione con Insigne ed è sempre una spina nel fianco per Medel e Murillo. A Lorenzo, il migliore in campo, manca solo il goal. Le numerose giocate di prima, le intuizioni, i continui tiri a rete ed il suo ruolo di trascinatore intimidiscono i difensori interisti che non riescono a contenere l’estro del genio di Fratta.
Tutta l’Inter, gia dai primi minuti, è in evidente difficoltà. Ciò “ci può stare” contro questo super Napoli, nemico ostico da superare. Ma quello che contestano i tifosi è l’atteggiamento, la mancanza di personalità e soprattutto il non-gioco. La squadra di Pioli è timida in ogni reparto e commette errori elementari, imbarazzanti.
E’ una delle peggiori Inter viste, forse peggio della partita di Firenze. E’ un organico senza anima, impaurito che non riesce a sfruttare le opportunità concesse dal Napoli, in una partita quasi perfetta. Diawarà, in mediana, perde troppi palloni ma l’Inter non ne approfitta e di conseguenza non arrivano palloni interessanti avanti, nonostante Candreva (forse l’unico che ci crede) cerchi di spingere con cross e suggerimenti.
Ad Icardi arrivano pochi palloni giocabili ed Eder non riesce a creare nessun pericolo in fase offensiva. Oltre a Candreva l’unica sufficienza la merita Handanovic, che tiene in gara l’Inter. Il numero uno nero-azzurro è provvidenziale su Hamsik-Rog ed Insigne. Il pasticcio lo crea Nagatomo che favorisce l’intraprendenza di Callejon, perdendo il controllo della palla in area.
Lo spagnolo, infatti, approfitta dello svarione difensivo del giapponese per portare il Napoli in vantaggio.
Lo 0-1 sveglia solo Perisic che cerca il pareggio con una conclusione centrale, forse troppo prevedibile per Reina che intercetta senza problemi. Ma è sempre il Napoli ad avere piena egemonia in campo, tenendo in continua tensione la retroguardia interista anche perchè non si è mai avuta la sensazione che l’inter potesse pareggiare in una partita dove gli azzurri hanno espresso il miglior calcio di questo campionato, sbagliando veramente poco.
Finisce cosi, il Napoli ora è a un punto dalla Roma .