Inter, non solo Eriksen: in arrivo altri rinforzi per Conte per l’assalto alla A

0
Christian Eriksen, Foto Wikipedia
Christian Eriksen, Foto Wikipedia

Oggi verosimilmente sarà il giorno di Christian Eriksen in nerazzurro. L’ormai ex Spurs è atteso a Milano per le visite mediche di rito e la firma sul contratto che lo legherà all’Inter per i prossimi quattro anni. Il suo arrivo potrebbe essere il definitivo punto esclamativo su una campagna acquisti che ha visto arrivare ad Appiano anche Young e Moses. Ma non è tutto perchè tante voci parlano di attività frenetiche in sede per chiudere col botto la sessione invernale di calciomercato.

I nomi accostati o inseguiti dalla dirigenza interista in queste prime settimane del 2020 sono stati tanti. Gli atavici problemi a centrocampo costringono a sempre nuove riflessioni e a movimenti per porre rimedio alle gravi lacune. Marotta e i suoi, con l’arrivo di Eriksen, mirano proprio ad arricchire il parco giocatori con un nome in grado di portare giocate importanti e nuove soluzioni di gioco.

Importanti anche gli innesti di Ashley Young (ieri un assist per l’ex “Red Devil” per il momentaneo vantaggio nerazzurro) e del pupillo di Conte, Victor Moses. I due sicuramente troveranno il proprio impiego nello scacchiere del salentino. Eppure la sensazione è che qualcosa di irrisolto ci sia ancora nella rosa dei meneghini soprattutto dopo l’addio di Lazaro e la prossima cessione in Premier di Vecino. Se l’obiettivo è quello di arricchire il patrimonio umano a centrocampo, operazioni del genere trovano davvero poche spiegazioni.

La verità è che i due addii servono all’Inter da un punto di vista prettamente finanziario. Risparmiare su due ingaggi medio alti e ricavare denaro fresco dalla cessione dell’uruguayano apre le porte a nuovi movimenti di mercato. Almeno prima che sia troppo tardi.

Lo sanno bene al Napoli dove in più di un’occasione gli agenti lombardi hanno provare ad intavolare una trattativa coi partenopei per Allan. Il secco rifiuto di De Laurentiis e Gattuso ha raffreddato la pista che portava al brasiliano. Tuttavia, la sensazione (perchè proprio di quello si tratta) porterebbe a pensare ad un nuovo, disperato affondo anche per l’ex bianconero Vidal, vero obiettivo interista da almeno un trimestre. La speranza è sempre l’ultima a morire e da qui al 31 gennaio ci potremmo davvero aspettare di tutto dal club degli Zhang.