Inter, per Conte dalle cessioni un tesoretto da 16 milioni: diventa possibile il vice Lukaku

Sarà "vendere" la parola d'ordine per la dirigenza nerazzurra nella prossima stagione di calciomercato

0
Lukaku
Romelu Lukaku, giocatore belga del ex Manchester United ora all'Inter. Fonte Flickr

Si fa ormai sempre più vicina la prossima sessione di calciomercato, che inizierà precisamente il 4 gennaio, e sono tante le squadre che sfrutteranno l’occasione per colmare le eventuali lacune in vista della seconda parte del campionato.

Per quanto riguarda l’Inter fonti vicine alla dirigenza hanno suggerito quella che sarà la strategia per il mercato: vendere prima di comprare. “Il leit-motiv della finestra di gennaio sarà quello di vendere prima di acquistare. Risparmiare e fare cassa, così da avere un tesoretto da poi reinvestire per completare la rosa“, sostiene Libero.

Sarebbero dunque in dirittura di partenza Eriksen, Nainggolan, Perisic e Pinamonti, le cui cessioni permetteranno di accumulare un totale di 16 milioni di euro per i prossimi 6 mesi, da investire poi per futuri innesti di qualità.

La somma in particolare verrà utilizzata, tra le altre cose, per dare finalmente a Conte un vice Lukaku, un nuovo centrocampista, ed infine un eventuale innesto a sinistra. Il sogno rimane comunque Giroud.

Per quanto riguarda Nainggolan si profila un ritorno al Cagliari con un risparmio di 2,2 milioni netti per il prossimo semestre. Perisic sarebbe voluto tra Premier e Bundesliga; per il danese invece il gruppo Suning vorrebbe incassare 25-30 milioni, cosa tuttavia improbabile. Probabile, infine, l’approdo al Parma di Pinamonti, che già lo voleva in estate.