Inter, Roger Martinez sogna un futuro neroazzurro

0

Roger Martinez torna a parlare di Inter. Non è certo un mistero l’immensa attrazione che il giovanissimo attaccante colombiano, nuovo acquisto del Jiangsu, prova nei confronti del club nerazzurro, nel quale potrebbe approdare già dall’anno prossimo, se a Milano si libererà uno dei due slot da riservare agli extracomunitari; il giocatore però non perde occasione per rimarcare la sua speranza, e anche stavolta, ai microfoni di ‘SoundCloud’, non ha deluso i tifosi interisti: “Spero di andare all’Inter l’anno prossimo, poi ovviamente dipenderà da me, da cosa farò qui al Jiangsu. So che i nerazzurri mi seguiranno attentamente anche se sono in Cina, perciò dovrò sfruttare ogni partita per mettermi in mostra, mi auguro di avere questa possibilità. Ho parlato con Ausilio, il direttore sportivo dell’Inter, prima di venire al Jiangsu e questa cosa mi ha motivato tantissimo, sono stato molto contento. E ho una grande motivazione. La maglia 22 che è appartenuta a Milito? Magari, sarebbe meraviglioso averla…”.

Si parla poi del sua fase di ambientamento in Cina: “È molto importante che ci sia qualcuno che arriva da posti vicini al tuo Paese. Io ho Teixeira e Ramires che sono brasiliani ma parlano spagnolo, perciò nello spogliatoio riusciamo a comunicare molto facilmente e questo è molto bello. La mia prima partita è già stata molto positiva e io cerco di godermi appieno ognuno dei momenti che vivo. Il Racing? Mi mancheranno sempre la passione e l’affetto della tifoseria. Sono malati di calcio, e di questo ti accorgi già soltanto quando cammini per strada. Sei sempre benvoluto, perciò posso soltanto ringraziarli, e ringraziare il Racing, perché è merito loro se sono arrivato dove sono adesso”.

Giocatori come Martinez servono come il pane al club neroazzurro. Un attaccante giovane e molto talentuoso, un mix tra Muriel Bacca, suoi connazionali. E inoltre giocatori pronti a lavorare per raggiungere i propri obiettivi e la propria squadra del cuore, scarseggiano sempre di più in mondo del calcio ormai dominato dai milioni…