Inter, sfida alla Juventus per Luiz Gustavo

0

Dopo mesi di dubbi e perplessità, il mercato dell’Inter sembra essere davvero arrivato a un punto di svolta. Nella giornata odierna è stato ufficializzato l’arrivo di Antonio Candreva dalla Lazio per una cifra complessiva di 25 milioni di euro. Accordo arrivato dopo una trattativa serratissima con la Lazio e Lotito. Il giocatore romano, però, non è l’unico botto di mercato neroazzurro: Ausilio, con un blitz a San Paolo, avrebbe ottenuto un accordo di massima per il trasferimento di Gabigol alla corte di Mancini, per una cifra di 25 milioni di euro più bonus. Una vera e propria prodezza del ds dell’Inter che ha superato la Juventus nella corsa al giovane talento brasiliano. Due operazione di grande spessore ma soprattutto molto dispendiose, e che comporteranno un cessione importante in casa neroazzurra. Dalle parti di Appiano Gentile c’è la volontà di non fermarsi e di fornire una rosa quanto più massiccia possibile a Mancini, visto anche l’impegno del club in tre competizioni. In particolare l’allenatore di Jesi gradirebbe un ulteriore rinforzo a centrocampo, dopo Banega e lo stesso Candreva. L’idea è quella di avere una linea mediana ampia e soprattutto duttile proprio come la Juve. I bianconeri, infatti, durante l’ultimo campionato, vinto con un incredibile rimonta, sono passati spesso dal modulo a 5 centrocampisti al 4-4-2, variando più volte gli interpreti. L’intenzione del Mancio è proprio questa, avere una squadra che non soffra i cambi di modulo e che garantisca quindi sempre risultati.

NUOVA SFIDA CON LA JUVE– l’ultimo nome per il centrocampo è quello di Luiz Gustavo, centrocampista brasiliano del Wolfsburg classe 87. Un mix di qualità e quantità al centro del campo, compagno ideale per Ever Banega. Tuttavia su di lui è molto forte l’interesse anche della Juventus, che lo vede come alternativa a Witsel per il dopo Pogba. Il giocatore presenta una clausola rescissoria da 30 milioni di euro, ma al momento i neroazzurri sembrano avere un piccolo vantaggio sui bianconeri, che almeno per adesso non lo vedono come una priorità  e che non possono fare nuovi investimenti dispendiosi fin quando non verrà concretizzata la cessione di Pogba allo United.

Si prospetta cosi una nuova sfida di mercato sull’asse Milano-Torino.