Inter, si punta forte sul ritorno di Mateo Kovacic. C’è il sì di Conte

0
Mateo Kovacic fonte foto: Di Ruben Ortega - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=49084902
Mateo Kovacic fonte foto: Di Ruben Ortega - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=49084902

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano…” . Cantava così Antonello Venditti e mai le sue parole avrebbero potuto rivelarsi più azzeccate come in questa situazione. L’Inter, infatti, sta sondando il terreno per il grande ritorno di quel Mateo Kovacic che arrivò appena maggiorenne dalla Dinamo Zagabria nel gennaio di sei anni fa.

Il Real Madrid, attuale proprietario del cartellino, è in fase di profondo restyling e Kovacic potrebbe rischiare di trovare il suo armadietto occupato dal prossimo luglio. La sua esperienza a Madrid racconta di un giocatore ormai maturo nonostante i soli 25 anni. Il talento non è mai mancato, ma gli anni coi “blancos” e i blues del Chelsea ne hanno affinato le capacità tattiche ed aumentato la sua efficacia.

La prima esperienza a Milano, che disastro Mazzarri e Stramaccioni!

Nella sua prima parentesi milanese, il giovane Kovacic, appena 18enne, arrivò con l’etichetta di baby prodigio. I numeri in patria erano da crack assoluto, ma in Italia per lui ci fu solo tanta panchina e un rendimento incostante. Sia Stramaccioni che Mazzarri non riuscirono mai a valorizzarlo, schierandolo più per mera necessità che per effettiva scelta tattica.

Il passaggio alle “merengues” e la stagione disputata a Londra lo hanno portato a diventare un giocatore di caratura internazionale. La vittoria di 3 Champions League, altrettante Supercoppe Europee e il titolo di campione del mondo sfumato solo in finale con la sua Croazia sono testimonianze di un campione affermato e decisivo.

La trattativa

Gli uomini di mercato nerazzurri sono pronti a sferrare l’attacco definitivo al centrocampista-figliuol prodigo che ritroverebbe sul suo cammino quella squadra che per prima gli mise sulle spalle il suo storico numero 10. Marotta è da tempo in contatto con il presidente Perez e Conte è sicuro di poter affidare le chiavi del suo gioco ad un Kovacic che ora lo soddisfa a pieno. La richiesta del Real si aggirerebbe sui 40 milioni di euro. Gli uomini di Zhang proveranno a spuntarla per 30 più bonus. La fiducia a Milano è tanta e l’affare potrebbe essere chiuso a tempi di record.