Inter-SPAL, anche la storia dalla parte dei nerazzurri

0
Stefano Sensi
Tifoseria Inter, San SIro, Milano. Foto WIkimedia Commons

Alle ore 15 l’Inter di Conte scenderà in campo contro la SPAL nella quattordicesima giornata di Seria A. Una sfida che i nerazzurri affronteranno dopo il bel risultato riportato in Champions e con una spinta mentale non indifferente. Infatti Lukaku e compagni inizieranno il match già consci del risultato dei grandi avversari juventini che in questi istanti stanno giocando contro il Sassuolo nel lunch-match domenicale.

Qualunque sia il risultato dei bianconeri, l’Inter è chiamata a vincere per poter dare la caccia all’obiettivo di tutta una stagione: riportare a Milano lo scudetto dopo anni di magra. La SPAL sembra però obiettivamente non dover essere quel grande ostacolo che potrebbe mettere in difficoltà i milanesi. La stessa storia ce ne dà una chiara valutazione.

Finora Inter e SPAL si sono incrociate ben 36 volte sul rettangolo di gioco. Ebbene, per ben 25 volte sono poi stati i nerazzurri ad uscirne vincitori mentre in 7 occasioni il match è terminato in pareggio. Per trovare nel palmarés una vittoria ferrarese bisogna tornare al 1962. In quell’occasione e per l’ultima volta furono gli emiliani ad uscire trionfanti dal duello di A. Le altre sconfitte nerazzurre sono ancora più databili indietro nel tempo.

Gli incroci tra le due squadre sono ripresi poi nel 2017, dopo quasi mezzo secolo dall’ultima volta. Nelle ultime tre stagioni l’Inter non ha mai avuto problemi ad affrontare i biancazzurri riportando tre vittorie e un pareggio su quattro incontri.

Curiosità legata proprio al pareggio del 28 gennaio 2018. In quell’occasione l’Inter soffrì terribilmente gli uomini di mister Semplici che andarono in svantaggio solamente grazie ad uno sfortunato tocco del difensore Vicari. Al ’90, a pochi secondi dal fischio finale, fu un bel gesto tecnico di Alberto Paloschi a firmare il definitivo 1-1. Ricordi che riguardano un passato che i tifosi dell’Inter sperano di non dover rivivere mai più.