Inter, spunta l’ipotesi Llorente nel caso la Roma blocchi l’affare Dzeko

0

L’Inter continua i suoi sondaggi che dovrebbero regalare a Conte i due attaccanti che ha richiesto ormai settimane fa. Se la strada che portava a Lukaku potrebbe ancora trovare un inatteso lieto fine sembra che dalle parti di Trigoria il blocco su Dzeko sia sempre più definitivo. Ed ecco che quindi Marotta e soci cercano il colpo ad effetto presentando a Conte il nome di quel Fernando Llorente che il salentino allenò già ai tempi di Torino.

Sarebbe la seconda volta che Marotta piomba sul basco portato nei suoi club sempre a parametro zero. La prima volta il colosso di Pamplona si era appena liberato dal contratto che lo legava all’Athletic Bilbao e con la Juve, in tre anni,  realizzò 27 gol in 92 apparizioni.

La seconda volta potrebbe essere questa in nerazzurro. Il giocatore, dopo due anni al Tottenham è di nuovo libero di accasarsi ovunque lui voglia. La suggestione è grande. Fernando Llorente tornerebbe in un campionato che ha sempre apprezzato e ritroverebbe l’allenatore che gli ha aperto le porte della Champions League.

Llorente, classe ’85, è il classico attaccante-boa, sempre pronto al corpo a corpo con l’avversario e a proteggere la palla per dar modo alla squadra di proiettarsi in avanti. In Italia, con la Juventus, si è laureato campione due volte, nel 2015 e 2016. Appena un anno dopo, con gli spagnoli del Siviglia, è riuscito a vincere una Europa League giocando da protagonista nel team guidato da Unay Emery.

Passa poi allo Swansea e dunque al Tottenham, squadra nella quale in due anni colleziona 58 presenze (la maggior parte da subentrante) e 13 gol. Con gli “Spurs” ha sfiorato quest’anno l’impresa di conquistare la tanto agognata Champions League, poi andata ai “Reds” di Liverpool.