Inter, svolta nerAzzurra! Dopo Sensi e Barella ora si pensa a Florenzi

0
Alessandro Florenzi, fonte By Wolf at Italian Wikipedia, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39782106
Alessandro Florenzi, fonte By Wolf at Italian Wikipedia, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39782106

Prima gli italiani! Quante volte in questi giorni abbiamo sentito pronunciare a sproposito questo motto così ambiguo? Eppure nel calcio questo modo di intendere lo spogliatoio e la sua ossatura portante potrebbe non essere tanto biasimevole come nella sua generalizzazione sociale. L’Inter di Conte potrebbe non essere poi più così tanto “Internazionale” nel prossimo futuro, portando in rosa il meglio del calcio nostrano. Ultimo in ordine di tempo il neo capitano giallorosso Florenzi.

Stefano Sensi è ormai prossimo all’approdo in nerazzurro. Con lui, Antonio Conte ha in mente di costruire una squadra che ragioni e giochi con efficacia e disinvoltura. L’ex Sassuolo (anche se formalmente ancora tesserato per i neroverdi) sarà il perno attorno al quale si muoverà la manovra interista. Pochi lanci lunghi e tanto possesso palla.

L’arrivo di Sensi avrebbe potuto chiudere all’acquisto di un altro giovane talento della mediana Azzurra: Nicolò Barella. Il genietto di Cagliari (a segno ancora ieri con la Nazionale di Di Biagio) pur avendo caratteristiche simili a Sensi potrebbe affiancarlo in un centrocampo tutto tecnica e ragionamento. Unico ostacolo la strenua difesa di Giulini per il suo gioiello più prezioso.

Nelle ultime ore bisogna registrare il forte interessamento di Conte e Marotta per un altro forte protagonista della scena capitolina e italiana degli ultimi anni: Alessandro Florenzi. Romano, romanista ed ora anche capitano dopo l’addio di Daniele De Rossi, il terzino potrebbe presto ritrovarsi a dover cambiare aria secondo gli ultimi rumor.

La Roma non conferma nè smentisce le voci che vogliono Florenzi in partenza da Trigoria in direzione Milano però sembra che Pallotta e soci abbiano già stabilito la cifra per l’addio: 30 milioni di euro. Conte non ci penserebbe due volte pur di portare l’abile esterno alla sua corte e aumentare la quota di italiani nella sua squadra.