Inter, un altro campionato buttato

0

Diciamoci la verità: l’Inter ha buttato un’altra stagione al vento. Sì, perché con la matematica certezza della mancata qualificazione in Champions League, i nerazzurri hanno gettato al vento tutti gli obiettivi stagionali. Certo, anche l’anno prossimo si ricorrerà al mercato con qualche colpo. Ma siamo sicuri che sia proprio questa la soluzione? Il problema è proprio quello: giocatori strapagati e sopravvalutati, ogni anno una rivoluzione e tanto credito a chi, forse, meriterebbe quantomeno di essere criticato. Roberto Mancini, ad esempio, praticamente quest’anno non è mai stato messo in discussione nonostante, a conti fatti, con una rosa notevolmente migliore, abbia ottenuto lo stesso risultato di Mazzarri, subissato da critiche.

A parte pochi elementi – come Handanovic, Icardi, Miranda e forse Perisic – non c’è davvero nessuno che sposta gli equilibri. Tutti ottimi calciatore ma fuoriclasse, a parte quelli menzionati, nessuno. Inoltre, la formazione viene cambiata continuamente: segno che Mancini neppure a campionato finito ha in mente un undici titolare preferito. Insomma: zero programmazione e altra stagione da buttare. E se si dovesse ripetere l’errore di un’altra rivoluzione, probabilmente i risultati sarebbero gli stessi. Serve programmazione e pazienza. Del resto, anche la Juventus venne da due annate deludenti prima dello Scudetto di Conte.