Inter, via al ritiro tra pensieri e dubbi: Icardi e Nainggolan nel mirino

0

La stagione 2018/19 è ufficialmente iniziata all’Inter. Il ritiro pre-season allestito a Lugano per permettere il restyling del centro sportivo di Appiano è iniziato alle 8 di lunedì mattina sotto lo sguardo attento di mister Conte. I giocatori a sua disposizione sono ancora contati eppure tra questi spicca la presenza dei due indesiderati: Icardi e Nainggolan.

I due, dati ormai per prossimi partenti e definitivamente tagliati fuori dal progetto nerazzurro, hanno svolto la prima seduta con professionalità sì, ma visibilmente contrariati. I volti scuri e il morale tutt’altro che alto ha condito la prima sessione di prove atletiche e la parte di lavoro con la palla.

Conte ha evitato accuratamente ogni contatto con la punta argentina e il mediano belga. Tante indicazioni e messaggi motivazionali sempre riferiti all’intero gruppo e mai ai singoli. In questo momento anche il più impercettibile degli indizi potrebbe avere ripercussioni gigantesche sullo spogliatoio e sul mercato. Difficile fare diversamente dopo quanto affermato in conferenza stampa solo 18 ore prima.

Nel pomeriggio si registra anche l’arrivo del giovane presidente Steven Zhang. Anche in quella occasione nessun contatto diretto coi due, ma solo un saluto cordiale e generale alla truppa riunita intorno a lui. E’ fuori di dubbio che le cose non potranno reggere ancora a lungo in questo modo. La proprietà, lo staff tecnico e i giocatori presto dovranno incontrarsi e discutere. In ballo c’è il futuro del club e dei due ormai separati in casa. Il piano dell’Inter è semplice: venderli al migliore offerente. Peccato che al momento non ci sia alcun fermento attorno a loro.

Da parte dei giocatori, comunque, bisogna ammettere che con professionalità e senso del dovere hanno sopportato il peso di vivere all’interno di un ambiente che li ha ormai scaricati. Soprattutto Icardi si è dimostrato tanto freddo e concentrato in campo quanto attivo sui social. Pochi istanti dopo la fine del primo allenamento la sua foto corredata dalla scritta “Lugano 2019” aveva già fatto il giro del mondo. Continua per lui una battaglia in cui fieramente giocherà le sue carte e farà di tutto per mettere pressione ai vertici nerazzurri.