lunedì, Giugno 24, 2024
HomeAttualitàIntervista a Luca Signorini: il cammino verso il benessere attraverso l'osteopatia

Intervista a Luca Signorini: il cammino verso il benessere attraverso l’osteopatia

11ggi abbiamo il piacere di intervistare Luca Signorini, osteopata professionista che opera nelle città di Cremona, Crema e Lodi.

Con anni di esperienza e una formazione di alto livello, Luca si dedica a migliorare la salute e il benessere dei suoi pazienti attraverso tecniche di manipolazione non invasive.

Scopriamo insieme il percorso che lo ha portato a diventare un punto di riferimento nel campo dell’osteopatia.

Ciao Luca, potresti raccontarci brevemente come sei diventato osteopata e cosa ti ha spinto a intraprendere questa carriera?

“Ho svolto un percorso di 5 anni presso l’International College of Osteopathic Medicine, ottenendo il Diploma in Osteopatia, e ho conseguito il Master of Science of Osteopathy presso la Kingston University di Londra. Durante la mia adolescenza sportiva, l’osteopata ha sempre supportato le mie necessità, ispirandomi a scegliere questa carriera.”

Quali sono i principali benefici del trattamento osteopatico e come può migliorare la salute e il benessere dei tuoi pazienti?

“L’osteopatia si occupa di gestire lo stato di salute trattando le disfunzioni somatiche, ovvero le aree del corpo che non funzionano correttamente e generano disturbi. Il trattamento osteopatico interrompe questo circolo vizioso, aiutando a ripristinare la funzione fisica e a gestire il dolore.”

Come si svolge una valutazione iniziale in uno dei tuoi studi a Cremona, Crema o Lodi?

“La valutazione osteopatica si compone di tre fasi: raccolta delle informazioni sullo stato di salute del paziente, valutazione dei movimenti e delle funzionalità fisiche, e pianificazione del trattamento osteopatico.”

Potresti spiegare come viene sviluppato un piano di lavoro personalizzato per ogni paziente?

“Il piano di lavoro personalizzato dipende dal numero di sedute, dal tipo di tecniche utilizzate e dalla durata delle singole sedute. Viene pianificato tenendo conto dello stato di salute, dello stile di vita del paziente e includendo consigli su igiene del sonno, esercizio fisico, alimentazione e salute mentale.”

Quali tipi di dolori o disturbi trattate più frequentemente e quali sono i risultati che i pazienti possono aspettarsi?

“Tratto principalmente dolori cervicali e lombari, seguiti da dolori di spalla e dorsali. In generale, si tratta di disturbi a base muscolo-scheletrica.”

Oltre ai trattamenti manuali, quali consigli offri ai tuoi pazienti per gestire il dolore nella vita quotidiana?

“Consiglio di gestire l’igiene del sonno, seguire una dieta adeguata, fare attività fisica moderata e regolare, migliorare l’ergonomia del lavoro e prendersi cura della salute mentale.”

Quali sono le differenze principali tra l’osteopatia e altre forme di terapia manuale come la fisioterapia o la chiropratica?

“L’osteopatia tratta il corpo come un’unità funzionale e utilizza tecniche dolci e non invasive per prevenire e gestire lo stato di salute. La fisioterapia si concentra sulla riabilitazione come per esempio il post-intervento, mentre la chiropratica parte dal trattamento della colonna vertebrale per gestire più periferici.”

Come riesci a mantenere un equilibrio tra il lavoro nei tuoi tre studi professionali e l’aggiornamento continuo delle tue competenze?

“Alterno periodi dedicati alla formazione e alla gestione dell’attività con momenti per me stesso, mantenendo un equilibrio tra lavoro e vita privata. Questo è essenziale per un professionista della salute.”

Hai qualche storia di successo particolarmente memorabile che ti piacerebbe condividere con noi?

“Non ho un caso specifico da raccontare, ma mi riempie d’orgoglio poter offrire soluzioni pratiche che accelerano la gestione dei disturbi.”

Cosa consiglieresti a chi è interessato a provare l’osteopatia per la prima volta, ma ha ancora qualche dubbio o esitazione?

“Consiglio di comunicare apertamente con l’osteopata, esprimendo perplessità, esperienze pregresse e aspettative. La comunicazione migliora i risultati del trattamento e facilita la creazione di un percorso personalizzato.”

L’importanza della comunicazione tra paziente e osteopata

Ringraziamo Luca Signorini per il tempo dedicato a questa intervista e per averci offerto una panoramica completa del mondo dell’osteopatia.

Questo professionista rappresenta l’essenza dell’osteopatia, dedicandosi con passione alla cura dei suoi pazienti attraverso tecniche di manipolazione non invasive. La sua filosofia si basa sulla prevenzione e gestione del dolore, mettendo al centro il benessere globale della persona.

Attraverso un approccio personalizzato che considera non solo i sintomi fisici ma anche lo stile di vita, l’alimentazione, l’esercizio fisico, la salute mentale e la crescita personale, Luca offre un percorso di cura integrato.

Quest’ultimo aspetto ricorda il coaching, focalizzandosi sul miglioramento continuo e sul raggiungimento del benessere totale del paziente attraverso l’empatia.

La comunicazione aperta e l’ascolto attivo sono pilastri fondamentali del suo metodo, che mira a creare un legame di fiducia con i pazienti, permettendo loro di partecipare attivamente al proprio percorso di guarigione.

La continua formazione e l’equilibrio tra vita professionale e personale completano il quadro di un professionista dedito a migliorare la qualità della vita di chi si rivolge a lui.

 

Walter Molino
Walter Molino
Laureato in Mediazione Linguistica e Culturale (Spagnolo, Portoghese e Catalano) all'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale", appassionato di calcio e basket.
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME