#iorestoacasa: i musei italiani e non da visitare restando seduti sul divano

0
Fonte: pagina facebook Museo Egizio - Torino (foto autorizzata alla pubblicazione)

“Il museo che esce dal museo e viene da voi”. In un momento storico dove l’Italia si è dovuta fermare improvvisamente; le istituzioni culturali sono sicuramente, insieme a quelle degli eventi e del turismo, le più colpite.

E’ anche vero che nessuno ha perso tempo e le idee sono arrivate improvvise e geniali. Le misure di sicurezza si sono fatte sempre più rigide impedendo ai cittadini, giustamente, di uscire rischiando il contagio. In poche ore il web si è riempito di iniziative di ogni genere; perché si, fortunatamente viviamo in un mondo sempre connesso e in questo momento, il tanto criticato social, è sicuramente d’aiuto.

Oggi partiamo col consigliarvi qualche museo ONLINE (italiano e non). Infatti molti musei delle maggiori città italiane, da Nord a Sud nessuno escluso, si sono subito attivati rendendo disponibili video e percorsi online delle loro collezioni. Un’idea geniale per visitare tutti quei musei che, magari troppo vicini a noi, abbiamo sempre rimandato. Quindi, sedetevi sul divano e godetevi la visita.

MUSEO EGIZIO – TORINO 

Partiamo da Torino, dallo storico Museo Egizio il cui slogan è “La calma è la virtù dei forti: #laculturacura”. La pagina Facebook del museo, si è attivata per ospitare brevi video nei quali il direttore Christian Greco ed a turno altri collaboratori, spiegano con estrema passione alcune delle opere contenute nel museo e altre curiosità (come il processo di mummificazione). Ci mostrano quelle opere che, anche se il museo lo abbiamo già visitato, forse ci sono sfuggite. “Restare a #casa, in questi giorni, può essere l’occasione per riscoprire passioni alle quali spesso non abbiamo abbastanza tempo da dedicare, come la lettura o la scrittura. Così facevano anche gli antichi Egizi”; queste le parole del direttore in apertura del primo video che trovate qui. Ci racconta lo scontro generazionale tra un padre e un figlio che si scambiano delle lettere; il primo lamenta la latitanza del figlio nel rispondere il quale però, in maniera del tutto sbrigativa, spiega al padre di aver risposto colpevolizzando il messaggero. Un chiaro invito alla riscoperta di cose che con l’avvento dei social abbiamo forse dimenticato come scrivere una semplice lettera. Sulla pagina del Museo trovate inoltre il Visual Tour dell’ultima esposizione temporanea: Archeologia Invisibile.  Per rivivere le emozioni del museo, qui il link per tutti i contenuti.

COLLEZIONE PEGGY GUGGENHEIM – VENEZIA 

Ci spostiamo da ovest a est arrivando nella galleggiante Venezia: il loro slogan è “IO RESTO A CASA – VOICE YOUR CHOICE”. La collezione Peggy Guggenheim ha attivato sui suoi social Instagram e Facebook delle rubriche che permettono la conoscenza della collezione in toto, delle opere, degli artisti presenti e di approfondimenti sulla vita di Peggy Guggenheim. Qui sotto uno dei tanti format utilizzati: “Voi scegliete un’opera, noi ve la raccontiamo”.

Fonte: profilo instagram ufficiale @guggenheim_venice

PINACOTECA DI BRERA – MILANO

Anche Milano crea contenuti online per descrivere al meglio la sua ricchissima Pinacoteca con l’hashtag #cronachedalmuseochiuso. Sul loro sito ufficiale (qui) trovate le numerosissime iniziative e rubriche volte ad intrattenere lo spettatore che non potendo recarsi fisicamente sul posto, può comunque continuare a respirare l’arte da casa. Una delle rubriche che più mi ha colpita è quella “Appunti per una resistenza culturale” e vi consiglierei di godervi il romantico “Il Bacio” di Francesco Hayez spiegato da Riccardo Taiana (Assistente alla fruizione, accoglienza, vigilanza Pinacoteca di Brera).

GALLERIA DEGLI UFFIZI – FIRENZE 

Arriviamo ora a Firenze, tra statue di Michelangelo e quadri di Botticelli. L’hashtag utilizzato dalla galleria è #UffiziDecameron riprendendo il capolavoro di Boccaccio ambientato durante l’epidemia di peste che coinvolse tutta Europa nel 1348. La galleria mette a disposizione dei contenuti online qui, divisi in rubriche tematiche: “I Vasarini”, “Mostri agli Uffizi”, “Fiori agli Uffizi”, “Uffizi da toccare”. E’ possibile inoltre allo stesso link, visitare Palazzo Pitti che ha al suo interno la Galleria Palatina e la Galleria d’Arte Moderna.

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/File:Firenze_-_Galleria_degli_Uffizi,_corridoio_livello_superiore.jpg

MUSEO MADRE – NAPOLI 

Anche Napoli si attiva; Il Madre (museo d’arte contemporanea / Fondazione Donnaregina) aderisce alla campagna azionale #iorestoacasa con Madre door-to-door, un programma digitale, articolato in tre filoni principali sul sito e sui canali social del museo, che porta l’arte a domicilio. I 3 filoni: “UNRELEASED…Gli inediti”, “IN SITE…La mostra” e “ON AIR…La collezione”. Qui il link per accedere alle collezioni e buona visione!

Qui trovate i link ai musei extra-Italia visitabili online:

Museo Archeologico – Atene https://www.namuseum.gr/en/collections/

Prado – Madrid https://www.museodelprado.es/en/the-collection/art-works

Louvre – Parigi https://www.louvre.fr/en/visites-en-ligne

British Museum – Londra https://www.britishmuseum.org/collection

Metropolitan Museum – New York https://artsandculture.google.com/explore

Hermitage – San Pietroburgo https://bit.ly/3cJHdnj

National Gallery of art – Washington https://www.nga.gov/index.html