IT, ecco quando inizieranno le riprese del secondo capitolo

Il film-evento della passata stagione cinematografica torna con un nuovo terrificante capitolo cinematografico

0
IT remake (foto da pagina facebook ufficiale)

Buone notizie per i fan del terrificante clown IT, protagonista dell’omonimo film-evento tratto dal romanzo di Stephen King che ha sbancato i botteghini della scorsa stagione cinematografica. Stando a quanto riporta Omega Underground, infatti, le riprese del secondo capitolo inizieranno la prossima estate, più esattamente nel mese di giugno, per poi concludersi, salvo imprevisti, il prossimo autunno.

La produzione farà ritorno a Toronto, già location del primo capitolo, ma le riprese si svolgeranno anche ai Pinewood Studios, e la cittadina di Port Hope sarà la fittizia Derry.

Tra i nuovi membri del cast si vocifera la possibile presenza d Jessica Chastain nei panni dell’adulta Bev. L’attrice si era già dichiarata interessata al progetto e in passato è stata diretta dal regista Andy Muschietti nell’horror Mama.

La trama, come è noto, racconta di sette amici che durante la loro infanzia a Derry, nel Maine, affrontano una malvagia creatura che ha le sembianze di un terrificante clown, Pennywise, che rapisce e uccide i bambini del luogo. Temendo di non essere riusciti a sconfiggerlo del tutto, i sette amici giurano di tornare a Derry qualora il mostro dovesse colpire nuovamente in futuro e i loro timori si verificano quando, ventotto anni dopo, ricominciano le uccisioni.

La nuova versione, più cruenta della precedente, vede il clown interpretato dal giovane svedese Bill Skarsgard (Hemlock Grove) ancora più terrificante di quello interpretato a suo tempo da Tim Curry e ormai cult.

Come nella precedente versione televisiva, le due parti trattano rispettivamente l’infanzia e l’età adulta dei protagonisti. Cambia però la collocazione temporale: mentre la versione originale si svolgeva tra gli anni 50 e gli anni 80, quella attuale si svolge negli anni 80 per quel che concerne l’infanzia dei protagonisti e al giorno d’oggi per l’età adulta.