JK Rowling: perché non ha partecipato alla reunion di Harry Potter

0

Ieri, 1° gennaio, è andata in onda l’attesissima retrospettiva di Harry Potter. Alla reunion della saga hanno partecipato tutti i creatori e gli attori del cast. All’appello manca invece l’autrice, JK Rowling.

Nello speciale “Harry Potter 20th Anniversary: Return to Hogwarts” la scrittice non appare di persona. Gli autori hanno invece deciso di mostrare video d’archivio in cui la Rowling parla del processo di casting. Inizialmente si è creduto che la sua mancanza fosse dovuta per via di alcuni commenti che la scrittrice aveva fatto nel 2019 contro la comunità trans. I commenti anti trans del 2019 hanno fatto infuriare milioni di fan di Harry Potter, tanto che JK Rowling è stata poi vittima della Cancel Culture. Secondo alcune testate giornalistiche, diversi produttori della reunion non hanno voluto invitarla proprio per paura che poi il pubblico non guardasse lo speciale.

La testata Entertainment Weekly ha ora rivelato che i produttori dello show avevano esteso l’invito anche a JK Rowling. È stato poi il suo team a declinare l’invito. Il team che segue la scrittrice ha ritenuto che i filmati d’archivio fossero sufficienti. Fonti vicine alla Rowling affermano che le sue dichiarazioni persone trans e le polemiche che ne sono derivate non hanno avuto alcun ruolo nella decisione del team.

“’Harry Potter 20th Anniversary: Return to Hogwarts” è stato trasmesso in prima assoluta su Sky Cinema e si può trovare in streaming su Now Tv. La speciale retrospettiva nasce per celebrare l’anniversario del primo capitolo, Harry Potter e la Pietra Filosofale. La reunion è un vero e proprio regalo per i fan, che scopriranno in prima persone dettagli inediti e curiosità della serie cinematografica. Protagonisti dello speciale, Daniel Radcliffe, Rupert Grint e Emma Watson. Allo speciale hanno partecipato anche altri stimati membri del cast e i registi che hanno contribuito alla realizzazione degli otto film della saga Harry Potter.