Jamie Bell, la trasformazione dell’attore da Billy Elliot a skinhead

0
Jamie Bell
Jamie Bell, Fonte Wikimedia

Il noto attore inglese Jamie Bell ha scosso i suoi fan rivelandosi con un nuovo aspetto per il suo ultimo ruolo sul grande schermo. Un aspetto molto particolare e marcato, quello di uno skinhead.

“SKIN” IL FILM – Gli attori così come le attrici, sono noti per le loro capacità camaleontiche. I più bravi e le più brave riescono a trasformarsi da un ruolo all’altro, non solo mentalmente ma anche fisicamente. La loro lunga preparazione per “entrare nel personaggio” a volte può shoccare coloro abituati a vederli con un certo aspetto e carattere. Basta pensare alla trasformazione di Heath Ledger nel folle e colorato criminale Joker, nella pellicola di Christopher Nolan.

Nel nostro caso la trasformazione di Bell è orientata verso il noto ex skinhead Bryon Widner. Una storia di redenzione, già narrata precedentemente nel documentario “Erasing Hate”. La nascita di un amore così forte da sconfiggere l’oddio accumulato in tutta una vita. Sette anni dopo la stessa vicenda viene raccontata dalla sua controparte cinematografica “Skin”, con una delle migliori interpretazioni di Bell.

DA BILLY A BRYON – Ogni persona è diversa, con i propri tic e abitudini, con un modo di parlare e un tono di voce unico. Di conseguenza l’immedesimazione totale per un attore o attrice non è mai cosa facile. Si tratta di un lungo processo durante il quale ognuno applica il proprio metodo. Nel nostro caso, Jamie Bell ha trascorso una grande quantità di tempo in compagnia di Widner per capirlo a fondo ed interpretarlo al meglio. Il piccolo Billy Elliot che in molti negli anni ’90 ricordano e amano è quindi cresciuto trasformandosi oggi in un uomo salvato dall’amore per una donna speciale, Julie (Danielle Macdonald) una madre con tre figli.

Per vedere una foto di Bell nel film clicca qui.