Jennifer Lawrence rivela di non aver letto le recensioni di “Mother!”

0
jennifer-lawrence
Jennifer Lawrence durante il tour promozionale di "Mother" fonte wikimedia commons

Jennifer Lawrence si è unita alla lunga lista di attori che, in vista dell’award season, hanno partecipato a una serie di interviste per la rivista Variety.

Jennifer Lawrence e Adam Sandler si sono intervistati a vicenda per Variety e hanno rilasciato dichiarazioni interessanti sulla loro carriera.

In particolare durante la chiacchierata la Lawrence ha affermato di non leggere le recensioni negative dei suoi progetti.

L’attrice ha infatti dichiarato di promuovere semplicemente i suoi film con passione e dedicazione per poi staccarsene completamente una volta finito il tour promozionale.

Incita i fan ad andare al cinema per vedere i film ai quali ha lavorato duramente ma poi non si concentra sulle recensioni dei critici.

Ecco cosa ha dichiarato Jennifer Lawrence a Variety “Actors on Actors”:

“Leggo solo le recensioni positive. No, in realtà sto scherzando. Non le leggo. Di solito mi limito a promuovere un film e a chiedere alle persone di andarlo a vedere. Il resto è fuori dal mio controllo. Quindi di solito non me ne preoccupo. Questa volta però la mia relazione con il regista [ Darren Aronofsky ] ha reso le cose diverse.” 

Jennifer Lawrence ha poi raccontato in dettaglio l’esperienza:

“Durante il nostro tour promozionale del film quando tornavamo in hotel, l’ultima cosa che volevo fare era parlare ancora del film. Lui invece voleva parlare solo di quello. Lo capisco, per lui è diverso, è un prodotto che ha concepito, ha scritto e ha girato ed è come se fosse il suo bambino. Però per me era un doppio incarico. Cercavo di essere una fidanzata di supporto ma allo stesso tempo pensavo: “per l’amore di Dio posso non pensare a Mother per almeno un secondo?”.

“E lui invece iniziava a leggermi le recensioni.”

Non era salutare per nessuno dei due. Non volevo leggerle perché mi sarei messa sulla difensiva. Quelle parole erano dirette al progetto del mio uomo e non volevo trovarmi nella prossima intervista nella posizione di sembrare che stessi difendendo il nostro lavoro. Quello che abbiamo fatto è stato fantastico. Alcune persone lo hanno davvero odiato ma non è qualcosa che va difeso. Solo che leggere recensioni negative mi mette automaticamente sulla difensiva.”