Il regista del primo episodio di Game Of Thrones difende il cameo di Ed Sheeran

0
ed-sheeran
Ed Sheeran in Dragonstone. Fonte screen youtube

La partecipazione del cantante Ed Sheeran al primo episodio della settima stagione di Game Of Thrones ha sollevato diverse polemiche.

Sui social network, Twitter in particolare, i fan hanno manifestato il loro disappunto per il cameo del cantante. Per questo molti sospettavano che la decisione di Ed Sheeran di cancellarsi temporaneamente da Twitter fosse stata dettata dai commenti maligni sul social.

In realtà il cantante ha smentito queste voci sul suo profilo instagram, affermando di essere comunque soddisfatto della sua partecipazione alla serie e che avesse già intenzione di prendersi una pausa da Twitter.

In difesa di Ed Sheeran è intervenuto anche Jeremy Podeswa, il regista di Dragonstone.

Ecco la dichiarazione di Podeswa al giornale Daily Beast sul ruolo di Ed Sheeran:

“Sono un po’ sorpreso che le persone abbiano ingigantito così tanto la cosa. Mi è sembrato che, a modo suo, il suo cameo fosse organico nello show. La verità è che chiunque nello show è famoso ora. Quindi la sua fama non significa niente per me. Quello che bisogna chiedersi è: “è adatto al ruolo?”, “sta facendo un buon lavoro?” e la risposta a tutte queste domande è stata sì per quanto riguarda Ed Sheeran. Lui è una persona adorabile, è davvero umile. Se non avessi già saputo che era una pop star, avrei pensato che fosse solo uno dei ragazzi… e lo è. Lui voleva solo fare un bel lavoro, è da un po’che ha iniziato a recitare, lo prende davvero sul serio. Inoltre è stato davvero professionale. Abbiamo girato nel mezzo del nulla nell’Irlanda del Nord. Lui si è seduto fuori con il cast e la squadra tutto il giorno ed è sempre rimasto di buon umore. Ha ascoltato le mie indicazioni e non avrebbe potuto essere più gentile. Penso davvero che se non fosse una persona nota, avrebbero tutti facilmente pensato che fosse un semplice membro della squadra.”