José Mourinho sicuro di sé: “Juve e Chelsea si riprenderanno. Sarà così”

0

Un allenatore vincente e carismatico come lui è difficile trovarlo in giro, se non impossibile. José Mourinho è così. Una personalità troppo grande ed esuberante anche per questo mondo del calcio moderno fortemente mediatizzato. Quando parla Mourinho è come se parlasse un santone, un sapientone, nel senso buono del termine. Lo ha fatto alla Gazzetta dello Sport. Nel corso dell’intervista concessa si è soffermato sul periodo non propriamente brillante che sta vivendo la Juve in campionato, così come il suo Chelsea. Un parallelismo che calza a pennello di questi tempi, come spiegato dallo stesso Mourinho in questi termini: “I risultati al momento sono davvero negativi. Non posso né voglio nascondere la realtà. Fatico a trovare una spiegazione. Però vi assicuro: sto lavorando come non mai e ne usciremo tutti. C’è anche la Champions. Posso dire che non abbandonerò. Si vede la mano di Paulo Sousa nella Fiorentina. Rispetto agli ultimi anni l’Inter sta facendo molto bene, è partita per lottare per lo scudetto. Mai la Serie A è stata aperta a così tante squadre come quest’anno. Per quanto riguarda la Juve, mi sembra sia partita un po’ come il Chelsea, a fatica, e come il Chelsea si riprenderà: è soltanto questione di tempo. Roma e Napoli sono quelle che possono approfittare di una stagione senza bianconeri superfavoriti. Ho letto quello che Capello ha detto sulla Gazzetta e non solo. Penso che un allenatore con la sua storia avrebbe fatto meglio a parlare di calcio, senza commentare il lavoro dei suoi colleghi. Io preferisco ricordare i momenti positivi degli altri e non quelli negativi. Sono fatto così”. Ora che c’è anche la benedizione di Mou, la Juve è pronta a ripartire anche in campionato. Verso lassù e oltre.