Juve, Allegri furioso, scoppia il caso Dybala: Rinnovo? “Non ho firmato e non voglio parlarne”

0

Non è andata la giù a Massimiliano Allegri la sconfitta in Supercoppa, il tecnico a fine gara era furioso con i suoi, soprattutto con Paulo Dybala.

Se ho rimpianti per non averlo messo dall’inizio? Nessuno. Dybala ha giocato 60 minuti, ha avuto occasioni per fare gol. Con una partita andata in questo modo, Dybala doveva e poteva determinare. Sono molto arrabbiato. Perché in campo diventano importanti tutti, pure coloro che entrano dopo”.

Queste le parole di Allegri che fanno riferimento al muso lungo tenuto dall’argentino una volta saputo di non essere titolare e alla clamorosa occasione sprecata nel secondo tempo supplementare. Dybala era convinto di partire titolare, si era detto pronto già al suo rientro con la Dinamo Zagabria, ma sia con i croati che con Torino e Roma è stato relegato in panchina, giocando solo qualche spezzone di gara. Ieri il pubblico lo acclamava, Allegri l’ha gettato nella mischia, ma la Joya ha deluso, mostrando una condizione fisica non ottimale e facendosi parare il rigore decisivo da Donnarumma, dopo essersi divorato un’occasione clamorosa nel secondo supplementare con una girata di sinistro da centro area spedita in tribuna. Il nervosismo dell’argentino era venuto fuori già al suo arrivo a Doha, quando a una domanda sul rinnovo aveva risposto “Non ho firmato ancora nulla, e di questa cosa non voglio parlare”. Parole che non faranno dormire sonni tranquilli ai tifosi bianconeri, preoccupati dall’interesse del Real Madrid.