Juve, altro colpo in casa Real Madrid, parla l’agente dell’attaccante: “Può arrivare grazie a Ronaldo”

L'agente di Bale, attaccante del Real Madrid, ha svelato la possibilità che il suo assistito sbarchi in Italia, la Juve è interessata...

0
Santiago Bernabeu, Stadio del Real Madrid, fonte By uggboy - http://www.flickr.com/photos/uggboy/4170259823/, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=10846874
Santiago Bernabeu, Stadio del Real Madrid, fonte By uggboy - http://www.flickr.com/photos/uggboy/4170259823/, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=10846874

La Juventus potrebbe tornare a fare affari con il Real Madrid, i bianconeri starebbero seguendo Gareth Bale, che a fine anno potrebbe lasciare i Blancos. L’agente del gallese, Jonathan Barnett, numero uno della Stellar Group, società che gestisce anche Szczesny, ha parlato in un’intervista a Tuttosport sia del futuro del portiere polacco che dell’attaccante del Real:

“Wojciech è un ragazzo che non avverte le pressioni, è un freddo e la stagione vissuta accanto a Buffon lo ha migliorato ulteriormente, con Gigi ha sempre avuto un bellissimo rapporto. Szczesny alla Juventus si trova benissimo: ama il club e si sente amato dalla società, dai compagni, dai tifosi. Mai avuto dubbi sulla Juventus, ma la scelta si sta rivelando perfetta. Szczesny gioca in uno dei migliori club del mondo e si sta confermando uno dei portieri top del pianeta. Il numero uno della Juventus è Szczesny. E Wojciech resterà alla Juventus al cento per cento anche in futuro. Magari dieci anni, perché no? Wojciech è ancora giovane”.

Bale in Italia? “Adesso Gareth sta molto bene al Real Madrid. Ma se penso al futuro, nel mercato niente è impossibile. Addio di CR7? Ronaldo è stata una perdita importante per il Real Madrid. Gareth amava giocare con Cristiano, ma è tuttora contento perché si trova in un top club. Di sicuro la Juventus si è rinforzata. Ma è vero, da quando è arrivato CR7 i campioni stranieri stanno ricominciando a considerare la serie A e iniziano a guardarla in modo diverso rispetto agli ultimi anni”.