Juve, dopo la sconfitta con il Genoa i giocatori prendono una drastica decisione: i dettagli

0
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535

Fa rumore la sconfitta della Juventus a Marassi, i bianconeri perdono forse nella maniera peggiore, il distacco sulle inseguitrici, Roma e Milan su tutte, si è ridotto a soli 4 punti e come se non bastasse i bianconeri perdono per infortunio Bonucci e Dani Alves. La gara comincia subito male per gli uomini di Allegri che vanno sotto dopo soli due minuti a causa di un grave errore di Bonucci che perde parla e lancia il contropiede del Genoa che finalizza con Simeone. Dopo soli dodici minuti è nuovamente Simeone a raddoppiare raccogliendo un cross dalla destra ed insaccando di testa alle spalle di Buffon. La Juve sembra non essere scesa in campo, la reazione tarda ad arrivare e al minuto ventinove l’autogol di Alex Sandro spezza le gambe ai suoi. Nel secondo tempo gli uomini di Allegri sono più pimpanti ma il Genoa si difende bene fino al minuto ottantadue quando una punizione dal limite di Pjanic fissa definitivamente il risultato sul 3-1.

CLIMA TESO– A fine gara gli animi sono tesi, il battibecco tra Mandzukic e Cuadrado ne è la dimostrazione evidente. La tensione accompagnerà i bianconeri per tutto il dopo gara, per questo i giocatori decideranno di andare in silenzio stampa, evitando di rilasciare interviste.