Juve-Khedira è scontro sulla risoluzione: il tedesco vuole 6 milioni di euro

Il centrocampista pronto a rescindere il contratto, ma manca l'accordo con la società

0
Sami Khedira, fonte screen Youtube
Sami Khedira, fonte screen Youtube

Tra i sicuri partenti in casa Juventus nella prossima finestra di mercato c’è Sami Khedira. Il centrocampista tedesco non rientra nei piani futuri della società e sta trattando la rescissione contrattuale per liberarsi dai bianconeri.

Ad inizio anno Sarri teneva il centrocampista in grande considerazione, ma i numerosi problemi fisici non gli hanno permesso di giocare con continuità e il club non è più disposto a pagare 6 milioni di euro l’anno un giocatore poco utilizzato.

Il contratto di Khedira scade nel 2021 ma il futuro è segnato e le parti sono a lavoro da tempo per trovare l’intesa sulla cifra che il giocatore andrà a percepire per rescindere il contratto con un anno di anticipo. Ed è proprio qui che sorgono i problemi.

Khedira non ha intenzione di fare sconti alla società e per la buonuscita chiederebbe tutti i 6 milioni di euro previsti dall’ultimo anno di contratto, avendo già rinunciato a parte dell’ingaggio per venire incontro alle esigenze del club per l’emergenza Covid-19.

La Juve tratta al ribasso e al momento l’accordo pare distante. La volontà di entrambi, però, è quella di chiudere il rapporto e la soluzione in un modo o nell’altro andrà trovata.