Juve, Mose Kean è entrato nella storia

0
Moise Kean
Moise Kean .Fonte foto Wikipedia

Il giovane attaccante della Juve Mose Kean è diventato il primo “millennial” a segnare nei cinque maggiori campionati europei. Infatti, il baby attaccante ha risolto la partita con il Bologna allo scadere, con una splendida realizzazione di testa su un cross di Pjanic. La sua favola è iniziata il 19 novembre 2016 con il primo storico traguardo: Kean, infatti, era diventato il primo 2000 a esordire in Serie A: nel 3-0 della Juve sul Pescara, allo Stadium, al minuto 84 ci fu anche modo per Allegri di buttare nella mischia il promettente attaccante della Primavera. E dopo pochi giorni, il 21 novembre, il ragazzino è divenuto anche il primo “millennial” a giocare una partita di Champions League: minuto 42 del match contro il Siviglia. A 16 anni e 258 giorni Kean è stato il più giovane calciatore a mettere i piedi in campo durante la più prestigiosa competizione.

Ecco le parole della giovane stella: “Sono molto contento per questo primo gol, sono stato anche fortunato. E’ il sogno di tutti i ragazzi di 17 anni fare gol con una maglia importante come quella della Juve. E’ stato veramente bello, ma c’è ancora da lavorare, perché questo secondo me è solamente l’inizio. Dai giocatori della prima squadra ho imparato tanto: è una grande fortuna poter stare vicino a loro, mi hanno sempre aiutato e spinto a non mollare mai. Dedico il gol alla mia famiglia, in particolare a mia madre. Non ci crederà neppure lei che ho davvero segnato!”