Juve nel baratro: mai così male nell’era dei tre punti

0

Sassuolo-Juve 1-0 : decide Sansone al 20’ del primo tempo.

Cosa succede alla ” Vecchia Signora” ? Se lo staranno chiedendo in molti e soprattutto i tifosi bianconeri che non avevano mai visto negli ultimi vent’anni la propria squadra del cuore restare inchiodata a 12 punti nelle sole prime 10 giornate di campionato. Nella sfida di ieri sera, la squadra di Allegri, ha incassato la quarta sconfitta stagionale, contro un Sassuolo sempre più solido che pare proprio non voglia arrestarsi. Il match, conclusosi con la vittoria degli emiliani per 1-0, mette a dura prova i nervi saldi di Mister Allegri e dei tifosi bianconeri che solo l’anno scorso hanno accarezzato il sogno di alzare la coppa europea più prestigiosa, persa poi con il Barcellona per 3 ad 1.Dunque, la squadra di Eusebio Di Francesco mette in ginocchio la Juventus che non riesce a ritrovare l’assetto tattico che negli ultimi anni le aveva consentito di essere la regina della Seria A.

La partita: Allegri schiera il 4-4-2 con Alex Sandro preferito ad Evra, Pogba esterno, Dybala e Mandzukic in attacco. Di Francesco propone il solito 4-3-3 con Sansone, Floccari e Berardi davanti. Nel primo tempo avvengono i due episodi chiave della partita : il gol e l’espulsione di Chiellini. IL gol, una perla di Sansone su punizione, porta il Sassuolo in vantaggio al 20’. Chielini al 39’ si fa espellere per doppia ammonizione : la prima rimediata per protesta, la seconda per fallo su Berardi; il difensore bianconero finisce sotto la doccia. La Juve torna in campo nel secondo tempo più decisa: tiri di Pogba e Cuadrado che però vengono respinti da un super Pegolo. Allegri non ci sta e manda in campo Morata, Zaza ed Hernanes ma il Sassuolo stringe i denti e riesce a portare a casa la quinta vittoria stagionale, mantenendo l’imbattibilità casalinga.

La Juventus, ferma a soli 12 punti, non riesce a ritrovarsi. L’addio di tre pilastri quali Tevez, Pirlo e Vidal, rimpiazzati con Khedira , Dybala, Lemina, Mandzukic e Cuadrado non hanno di certo giovato alla squadra che si trova a -11 dalla vetta. La cabala vuole che mai nessuna squadra, così distante dal podio dopo 10 giornate, sia riuscita a vincere lo scudetto. Gli juventini fanno gli scongiuri ma napoletani, romanisti e interisti posso iniziare a sognare