Juve, parla Dani Alves: “Torino non ideale per la mia compagna, non ci sono opportunità”

0
Dani Alves, fonte By Fabio Rodrigues Pozzebom/ABr - Agência Brasil: Jogo entre Brasil e Japão abre a Copa das Confederações, CC BY 3.0 br, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=31293801
Dani Alves, fonte By Fabio Rodrigues Pozzebom/ABr - Agência Brasil: Jogo entre Brasil e Japão abre a Copa das Confederações, CC BY 3.0 br, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=31293801

Fanno rumore le dichiarazioni rilasciate da Dani Alves nelle ultime ore, il terzino del PSG ha spiegato i motivi che l’hanno costretto a lasciare la Juventus la scorsa estate. Il brasiliano in un’intervista al magazine Four Four Two ha svelato che, oltre a motivi prettamente calcistici, l’addio ai bianconeri è stato causato anche dal fatto che Torino non fosse la città ideale per la compagna e per i figli. Ecco le dichiarazioni:

Quando ero al Barcellona avevo già preso la decisione di andare in bianconero senza guardami intorno prima. La mia scelta ha fatto male a molte persone che mi erano vicine. A Torino però mi sono reso conto che non era facilissimo prendere un volo per vedere i miei bambini in Spagna. E per la mia compagna trovare un lavoro era più difficile, non c’erano tante opportunitàC’erano da considerare molte cose e alla fine ho scelto il Psg nonostante il mio affetto per Guardiola. A Parigi ho trovato degli amici e una città incredibile. Il club ha un grande potenziale e ha fame di successi. È stato più logico scegliere Parigi rispetto a Manchester in questa occasione, ma non nascondo la mia ammirazione per Pep e la mia volontà di giocare in Premier League in futuro”.