Juve, parla il cugino di Cristiano Ronaldo: “Ecco ciò che non sapete su CR7”

0
Cristiano Ronaldo, fonte Flickr
Cristiano Ronaldo, fonte Flickr

Nuno Viveiros, cugino di Cristiano Ronaldo, ha rilasciato una lunga intervista a Tuttosport dalla sua nuova Casa Interattiva a Funchal, suo paese di nascita. Viveiros ha vissuto tanti anni con il fenomeno portoghese e ha svelato vari retroscena sulla sua vita, sull’attaccamento dei tifosi e sulla scelta di andare alla Juve. Ecco un estratto dell’intervista:

“Ho vissuto con Cristiano a Manchester per cinque anni. Un’esperienza indimenticabile. Come la sera in cui la squadra ha vinto la Champions League nel 2008. Si ricorda la finale di Mosca con il Chelsea finita ai rigori? Cristiano sbaglia dal dischetto, poi Terry scivola colpendo il palo destro della porta e alla fine van der Sar para il tiro di Anelka. Sa che cosa ha fatto Cristiano quando siamo tornati a Manchester quella notte? E’ andato ad allenarsi. E’ andato ad allenarsi dopo essere diventato campione d’Europa a ventitré anni. Lui è fatto così. E’ un vero figlio di Madeira. 

Come sono i figli di Madeira? Sono orgogliosi, tosti, duri. C’è stato un tempo in cui la nostra isola ha conosciuto la povertà, quella vera. E quando conosci la povertà non hai più paura di nulla. Sai a che cosa deve Cristiano il suo successo? Al fisico, certo, ma all’80 per cento alla sua testa. Lui ha testa.

Lo volevano quattro squadre, ma ha voluto la Juve perché l’ha capito quella sera della rovesciata, a Torino, quando tutto lo stadio è saltato in piedi per applaudirlo. In quel momento ha capito che sarebbe andato in un posto dove l’avrebbero amato come l’amano qui, a Madeira”.