Juventus, 400mila euro di penale per l’annullamento della festa Champions

0
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535

La sconfitta di Cardiff ha scatenato un vero e proprio terremoto in casa Juventus, in questi ultimi giorni la dirigenza ha dovuto affrontare questioni abbastanza delicate, sia per quanto riguarda la lite tra i giocatori durante l’intervallo della gara con il Real, sia per questioni relative all’aspetto societario, con l’inchiesta della Fifa sul trasferimento di Pogba e l’intenzione di Agnelli di acquistare interamente la Juventus facendo fuori Elkann.

Come se non bastasse nelle ultime ore è venuta fuori anche la notizia relativa ad una maxi penale che i bianconeri hanno dovuto pagare in seguito all’annullamento della festa qualora Buffon e compagni avessero vinto la Champions League. Agnelli qualche settimana fa ha deciso di annullare i festeggiamenti per lo scudetto raggiunto per evitare di distrarre i giocatori in vista dell’impegno con il Real Madrid, il presidente aveva intenzione di organizzare un unico evento in caso di vittoria in Champions. Il trio addetto al marketing, formato da Giorgio Ricci, Federico Palomba e Silvio Vigato, non ha badato a spese ed ha allestito un mega evento da un milione di euro. Con un dettaglio non di secondaria importanza: una penale da ben 400mila euro da versare agli organizzatori qualora la festa fosse stata annullata. Cardiff ha presentato un conto salato ai bianconeri, che hanno dovuto sborsare interamente i soldi della penale.