Juventus, Allegri è finito nel mirino di una big europea. A giugno sarà addio?

Il tecnico italiano è corteggiatissimo, su di lui c'è da tempo il Real Madrid che è pronto a soffiarlo alla Juventus.

0
Massimiliano Allegri fonte foto: Di Photo by goatlingCropped by Danyele - Flickr (original photo), CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=43735258
Massimiliano Allegri fonte foto: Di Photo by goatlingCropped by Danyele - Flickr (original photo), CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=43735258

La Juventus che verrà poserà su delle basi solide, grazie al lavoro che ne gli anni la società ha svolto egregiamente.
La squadra bianconera è una macchina da guerra ben oliata e che anche cambiato pelle, con l’inserimento di nuovo giocatori, riesce a coniugare il bel gioco e i risultati.
Quest’ultimi non sono mai mancati e almeno in Serie A l’hanno decretata come la squadra da battere.
In Europa la corsa è stata altalenante e fino ad ora la squadra non è riuscita a regalare ai suoi tifosi la gioia più grande: alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie.

Ma la competizione è ancora in gioco e la Juventus potrebbe ancora riuscire a portare a casa questo grande traguardo.
Ad Allegri si devono tutti i successi della vecchia signora, dato che è riuscito a modellare una squadra perfetta, una squadra che da sempre il 100% e che ha fame di vittorie.
L’allenatore è uno dei pezzi forti della società bianconera, che però potrebbe dirgli addio già a giungo.

Juventus, Allegri potrebbe abbandonare la società a giugno

Se dovesse arrivare la vittoria in Champions League, potrebbe dirsi chiuso il percorso di Allegri alla Juventus.
In realtà anche senza quest’ultima potrebbero dividersi le strade dei bianconeri e dell’allenatore, dato che il Real Madrid è in agguato.
La squadra di Florentino Perez è senza un allenatore di spessore, ed il vulcanico presidente è intenzionato ad affidare le redini del Real proprio ad Allegri.
Riuscirà questa volta a convincere il tecnico ad abbandonare la Serie A per un’ esperienza all’estero?
I prossimi mesi saranno decisivi per capire le reali intenzioni del tecnico italiano.