La Juventus e il diritto di prelazione su Rodrigo Betancurt: che si fa?

0

La Juventus e il mercato argentino nelle ultime sessioni stanno andando molto d’accordo. Dopo l’affare Tévez, l’arrivo di Vadalá (entrambi collegati tra di loro come anche al protagonista di quest’articolo) e l’acquisto di Dybala la dirigenza bianconera sta puntando un altro giovanissimo talento, stavolta però uruguaiano ovvero Rodrigo Betancurt, attaccante classe 1997 del Boca Juniors. In particolare Marotta e Paratici hanno strappato agli Xeneizes un diritto di prelazione sul giovane centrocampista. Qualora il club volesse vendere il proprio calciatore, la Juventus sarebbe la prima squadra a essere contattata e ad avere la precedenza su tutti gli altri club del mondo. Il 18enne si è però infortunato qualche giorno fa nella gara contro il Tigre e dovrà stare fermo circa un mese e mezzo. Il presidente Angelici del Boca Juniors ha subito ribadito come stanno le cose: “Betancurt molto probabilmente partirà in estate. Abbiamo un accordo e un’opzione firmata con la Juventus, tuttavia finora non ci è pervenuta nessuna offerta da Torino. In realtà ci sono molti osservatori che periodicamente vengono a visionare le sue prestazioni, per questo la Juventus se vuole esercitare questo diritto dovrà darsi una mossa.” Parole taglienti quindi che fanno capire ad Andrea Agnelli che a prescindere dall’opzione il club italiano dovrà comunque dimostrare interesse nell’intraprendere la trattativa. “El Pollo” come soprannominato in patria, è uno dei prospetti più interessanti del Sud America e certamente avendo la squadra di Allegri la possibilità di accaparrarselo, dovrebbe fare di tutto per esercitare questo diritto ottenuto sempre durante l’affare Tévez. Il rischio di vederlo arrivare in un’altra squadra per poi diventare uno dei più grandi campioni al mondo quando poi c’era la possibilità di prenderlo, come già successo con Cristiano Ronaldo, c’è e il nome già si conosce: Rodrigo Betancurt da Colonia, Uruguay.