Juventus, Chirico: “Riposo Ronaldo imposto dalla società. E’ stato testardo”

Cristiano Ronaldo non prenderà parte alla trasferta di Bergamo. Ecco le parole del noto opinionista

0
Cristiano Ronaldo, CR7 fonte foto: Di Ruben Ortega - Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=54972276
Cristiano Ronaldo CR7 fonte foto: Di Ruben Ortega - Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=54972276

La notizia del giorno in casa Juventus è l’esclusione di Cristiano Ronaldo dalla trasferta di Bergamo, ad annunciarlo è stato Maurizio Sarri in conferenza stampa. Il fuoriclasse portoghese non è al meglio dal punto di vista fisico e resterà a riposo in vista della sfida in Champions con l’Atletico Madrid.

Marcello Chirico, noto opinionista bianconero, ha commentato l’esclusione del portoghese su IlBianconero.com, ecco un estratto delle dichiarazioni:

“Ronaldo out. Non è un nuovo hashtag, ma quanto annunciato da Sarri per Bergamo: Cristiano non ci sarà. Non ha risolto il fastidio al ginocchio e quindi resterà alla Continassa, a curarsi. Cosa che, come avevo già scritto, avrebbe dovuto fare fin da dopo la gara col Milan, anziché sottoporsi al doppio impegno con la Nazionale, che ha significato – oltre ai 180 minuti giocati – 3 viaggi e altri allenamenti no stop. Accumuli di stress che non hanno di certo giovato al suo ginocchio.

Vero che lui è una macchina perfetta, curata in ogni minimo particolare e in grado di sapersi gestire al meglio, però dovrebbe prendere coscienza del fatto che, a quasi 35 anni (li compirà a febbraio), qualche acciacchino è normale metterlo in conto. E se si ostina a giocare, anziché curarsi, i fastidi potrebbero trasformarsi in problemi, e magari in stop forzati. Più o meno lunghi. Alla Juve, dove la testa la usano, adesso gli hanno imposto di fermarsi, proprio per non peggiorare le cose. Perché Ronaldo, fin quando resterà a Torino, è un patrimonio della Juventus, da tutelare al meglio”.