Juventus, confronto nello spogliatoio post Lazio: Pjanic svela cosa si sono detti Sarri e la squadra

Il centrocampista della Juventus ha rivelato quanto accaduto nello spogliatoio al termine della sfida con la Lazio

0
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500,

Primo periodo negativo per la Juventus di Maurizio Sarri, i bianconeri hanno perso la vetta della classifica a causa del pareggio interno con il Sassuolo e della sconfitta dell’Olimpico contro la Lazio. Le cose vanno sicuramente meglio in Champions, dove i bianconeri hanno già raggiunto aritmeticamente la qualificazione agli ottavi da primi in classifica.

Proprio alla vigilia dell’ultima sfida del girone contro il Leverkusen ha parlato Miralem Pjanic. Il bosniaco, in conferenza stampa con Sarri, ha svelato quanto accaduto nello spogliatoio al termine della sfida con la Lazio. Ecco un estratto delle dichiarazioni:

“Ci siamo parlati, detti delle cose. Spero che sul campo si vedrà. Nelle prossime continuiamo a fare quello che sappiamo fare bene: vincere. Ci siamo detti delle cose che sentivamo dentro di noi, ci siamo parlati per il bene del gruppo. Niente di drammatico, ma quello che bisogna migliorare e fare”.

Poi su Sarri: “Ci fidiamo del mister. Tantissimo. Siamo una squadra unita, con lui, con lo staff. Dopo 5 anni di Allegri arriva un nuovo mister, ci sono cambiamenti. Ovviamente, non può girare tutto, non ho visto altrove che giri tutto dopo neanche 6 mesi. Penso che i risultati siano stati buoni. Il gioco del mister richiede ancora di più, giustamente. Questa squadra ha talmente potenziale…”.