Juventus, il patron dell’Empoli critica l’arbitro e un giocatore bianconero

Un amareggiato presidente Corsi ha criticato l'arbitraggio di Empoli-Juventus

0
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500,

La Juventus ha avuto la meglio contro l’Empoli di misura, in un incontro sofferto e ricco di emozioni.
Grazie al solito Cristiano Ronaldo, che con una doppietta ha piegato da solo le resistenze dell’Empoli.
Uno dei gol di Cristiano Ronaldo è arrivato su rigore, un rigore molto discusso da parte del patron della squadra toscana.
Il rigore è stato assegnato per un fallo su Dybala ed è stato realizzato successivamente da CR7.

Al presidente Corsi questo rigore e più in generale la direzione arbitrale di questa partita non è andata proprio giù e si è sfogato al termine.

Juventus, ecco le parole del presidente Corsi dell’Empoli

Il presidente Corsi è apparso piuttosto deluso ed amareggiato per com’è andata la partita contro la Juventus.
Ha ammesso alcuni errori dei suoi giocatori ma ha anche criticato l’arbitraggio.
Ecco le sue parole rilasciate ai microfoni di “Radio Crc”:
” Per me non era rigore, però Bennacer ha fatto un’ingenuità. È un grande giocatore, ma ha fatto un’ingenuità allargando la gamba e mettendo il braccio davanti a Dybala, ma lui aveva già l’idea di cadere. Mi domando perché l’arbitro non sia andato a vedere il VAR come ha fatto con Bonucci. Noi abbiamo fatto il nostro dovere. Sudditanza psicologica? Per me non esiste, Calvarese arbitrò due anni fa Juventus-Empoli e io andai a fargli i complimenti, perché arbitrò benissimo. Ieri non glieli ho fatti. Di sicuro però questi episodi fanno diventare la Juve più antipatica”