Juventus, Gianluigi Buffon: “Vogliamo dimostrare sul campo quanto siamo forti”

0

Il capitano della Juventus Gianluigi Buffon è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dove ha espresso le sue impressioni in merito alla nuova stagione: “La Champions? È un obiettivo: penso che sognare non costi nulla. Però bisogna sognare con i piedi per terra e con molta concretezza e consapevolezza. Sulla carta siamo una squadra sicuramente rispettabile e che può far parlare di sè. Però poi il campo è tutta un’altra cosa. In campo bisogna dimostrare con la passione, con la voglia di migliorarsi, con la voglia di stupire e soffrire insieme, insomma vogliamo dimostrare con tutti questi ingredienti che ciò che si dice di noi è realmente vero”.

Per Gigi l’arrivo di un campione come Gonzalo Higuain ha aggiunto un altro livello in più alla Juventus: “Un giocatore come Gonzalo può avere un peso enorme per la sua carriera calcistica, per la maglie che ha vestito, per i gol che fa, per la presenza sia fisica che caratteriale che si porta appresso. Poi oltre a lui io credo che siano arrivati anche altri giocatori che veramente se confermeranno tutto ciò che hanno fatto nella loro carriera e avranno il desiderio di stupire ancora e aiutarci mettendosi a disposizione, con il loro immenso bagaglio di tutto, io credo che potremmo migliorare molto. La nazionale? Sicuramente è rimasto qualche strascico di sofferenza per la modalità con la quale siamo usciti. Però non c’è nessun tipo di rimpianto perché abbiamo fatto, secondo me, quello che potevamo e dovevamo fare. Poi per quello che riguarda Barzagli siamo tutti molto felici del suo ripensamento. E sicuramente il mister ha avuto un grande merito, cioè quello di farlo tornare sui suoi passi. Secondo me entusiasmandolo anche con un’idea di gioco e delle visioni di gioco che sono accattivanti e che speriamo di fare nostre il prima possibili e poterle mettere in pratica. Perché la cosa bella che ho detto all’Europeo è che la gente si è riappassionata degli azzurri e della nazionale. E questo è un patrimonio che non dobbiamo scialacquare”.