Juventus, il Giudice Sportivo inibisce Paratici fino al 15 ottobre: “Frasi gravemente ingiuriose sul Var”

0
Juventus, Juve fonte Flickr
Juventus, Juve, fonte Flickr

Primo passo falso in campionato per la Juventus a Bergamo, i bianconeri pareggiano per 2-2 sul campo dell’Atalanta e perdono il primo posto in classifica a vantaggio del Napoli. Eppure la gara si era messa subito in discesa per gli uomini di Allegri, in vantaggio per 2-0 grazie alle reti di Bernardeschi e Higuain e ripresi prima dal gol di Caldara e poi nel secondo tempo dal colpo di testa di Cristante. La partita però ha lasciato dietro di sé grandi polemiche per il gol annullato a Mandzukic dal Var e per il rigore generoso concesso ai bianconeri dalla tecnologia nonostante Petagna non tocchi il pallone con il braccio ma con la spalla. Episodi che si sommano al rigore non concesso a Higuain qualche minuto dopo e non segnalato dagli assistenti ai monitor.

SQUALIFICA- A fine gara gli animi erano caldissimi, tra i più agitati c’era il direttore sportivo bianconero Paratici, che nel tunnel degli spogliatoi avrebbe utilizzato espressioni gravemente ingiuriose e insultanti nei confronti del Var. Per tale comportamento il Giudice Sportivo Gerardo Mastrandrea, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione odierna ha deciso di inibire fino al 15 ottobre il dirigente della Juventus e di infliggergli una multa da 20mila euro.